adv-77

ALESSANDRIA – Cgil, Cisl e Uil Piemonte hanno chiesto la convocazione urgente di un tavolo di confronto in Regione sull’Allontanamento Zero. Il disegno di legge regionale sta suscitando un “grande dibattito” ma secondo i sindacati sta anche creando “un generalizzato e grave clima di diffidenza e di sfiducia nei confronti di chi opera in questo settore”.

Per Cgil, Cisl e Uil in Piemonte esiste “una rete efficiente di servizi che, negli anni, avrebbe dimostrato di saper rispondere “con efficacia” a una problematica così delicata come quella dell’affidamento dei minori. Per questo le tre sigle chiedono una discussione serie e “nel merito anche per non perdere di vista l’obiettivo: “la tutela del minore in difficoltà, da effettuarsi nelle migliori condizioni”.

Non possono essere messe in discussione in modo generico e mediatico la professionalità e l’esperienza degli operatori, anzi, le stesse devono essere valorizzate – hanno spiegato Cgil, Cisl e Uil – vanno potenziati gli investimenti a sostegno della tutela dei minori in quanto soggetti deboli e devono essere finalizzati alla prevenzione del disagio, per evitare il più possibile l’allontanamento, che deve restare l’ultima soluzione.  Temi così delicati non si risolvono “a colpi di maggioranza” ma richiedono un confronto che porti a soluzioni condivise”.

Photo by Krzysztof Kowalik on Unsplash