Le strade del Pd e quelle di Tosetti e Merlino, vanno in direzione opposta

VALENZA – Il Partito Democratico valenzano non ha gradito il distacco di Germano Tosetti e Luca Merlino, che, recentemente, hanno ammiccato alle liste civiche cittadine, di fatto allontanandosi dal Partito Democratico. Il partito di Renzi ha appreso con rammarico, hanno dichiarato i vertici valenzani, questo arroccamento.

adv-248

“Prendiamo atto, con rammarico, delle decisioni assunte da Germano Tosetti e Luca Merlino. Le rispettiamo, anche se ci appaiono come un inspiegabile arroccamento, dopo questi anni di collaborazione dai banchi dell’opposizione. E dopo che, in particolare Merlino, è stato in più di un’occasione partecipe e molto attivo nelle primarie che hanno deciso gli asseti del PD.
Evidentemente, ciascuno ha un proprio modo di intendere il “civismo” e la coerenza. Noi abbiamo scelto quello di aprirci alla società valenzana, chiamando centinaia di cittadini a esprimere le proprie idee sul futuro di Valenza. Ci spiace che altri abbiano scelto di fermare l’orologio alle fratture ormai fuori tempo di cinque anni fa.
Continueremo a lavorare per dare a Valenza una guida in grado di voltare pagina rispetto al vuoto d’idee che ha caratterizzato l’ultimo quinquennio. Invece di autoproclamarci depositari di un civismo retorico, continueremo a stimolare e valorizzare quello spirito civico autentico che sta nel nuovo protagonismo dei valenzani, manifestatosi in modo così significativo domenica 11 gennaio.
Per chi ha idee buone per la città, le nostre porte non sono mai state chiuse. Continueremo su questa strada e con questo metodo di apertura. Perché siamo convinti che chiudere anche solo una porta equivalga, oggi, a indebolire la possibilità del cambiamento di cui i valenzani avvertono la necessità.”