ACQUI TERME – La Giunta comunale di Acqui Terme ha approvato diversi provvedimenti temporanei che sospendono il pagamento di tariffe e tasse per aiutare famiglie e imprese ad affrontare l’emergenza coronavirus.

  • Il differimento al mese di luglio 2020 dell’invio degli atti di sollecito di pagamento, degli avvisi bonari nonché degli avvisi di accertamento esecutivi relativi alla riscossione delle entrate comunali, fatto salvo l’invio degli atti interruttivi della prescrizione;
  • il differimento al mese di settembre 2020 dell’invio degli atti di ingiunzione fiscale, di precetto e dei provvedimenti cautelativi ed esecutivi volti al recupero delle entrate comunali, fatto salvo l’invio degli atti interruttivi della prescrizione;
  • la sospensione fino al 31 agosto 2020 dei piani di rateizzazione già approvati per il pagamento dei tributi delle altre entrate comunali, relativi agli anni antecedenti al 2020;
  • la sospensione fino al 31 luglio 2020 dei pagamenti, anche in forma rateale, del canone per l’occupazione degli spazi e delle aree pubbliche relativo alle concessioni di suolo pubblico temporanee afferenti al mercato e agli ambulanti, sia per gli operatori che optano per il pagamento in unica soluzione sia quelli che si avvalgono del pagamento rateale.

«Questa delibera – sottolinea il vicesindaco di Acqui Paolo Mighettirisponde, come altre misure già adottate dall’Amministrazione, alla necessità di offrire un supporto alla cittadinanza e alle attività economiche: si tratta di un provvedimento non risolutivo di tutte le criticità connesse all’emergenza sanitaria, ma rappresenta un segnale concreto di vicinanza e sostegno per le nostre famiglie ed imprese, che vogliamo aiutare ad affrontare questo particolare momento di difficoltà».