adv-688

PIEMONTE – L’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi ha annunciato che, per aiutare le Rsa in difficoltà a causa dei maggiori costi dovuti all’emergenza covid, la Regione stanzierà 30 milioni di euro. La cifra, secondo quanto riferito dal membro della Giunta Cirio, sarà ricavata dal risparmio (involontario) di fondi non erogati alle strutture per l’integrazione delle rette, a causa della diminuzione del numero di ospiti.

“Sono cifre già a bilancio ha detto Icardi “19,5 milioni per il 2020 e 10,5 milioni per l’anno 2021, quindi non andremo a gravare sul bilancio regionale”. Durante la Commissione Sanità l’assessore ha anche illustrato la situazione economica e finanziaria in relazione ai due disegni di legge di sostegno alle strutture residenziali e di sviluppo delle forme associative di medicina generale. “Nel 2020″ ha proseguito Icardi “a causa dell’emergenza Covid abbiamo visto un’importante riduzione degli accessi alle strutture, in alcuni casi il 35-40% di letti vuoti. Abbiamo raccolto l’appello di un settore in crisi anche per l’aggravio di costi, con il rischio fallimento per molte residenze”.