Immagine A Valenza nasce l’associazione ‘La Città che vogliamo’: “Basta alla politica dei selfie”
adv-649

VALENZA – Il consigliere comunale Alessandro Deangelis ha promosso la nascita di “La Città che vogliamo”, una organizzazione di volontariato che si occupi in modo particolare di tematiche cittadine, di promozione territoriale, di volontariato sociale e culturale, oltre che di tematiche sensibili come i diritti umani, i giovani e le pari opportunità.

“Un’associazione che non disperda l’esperienza civica delle Comunali 2020 e che continui a impegnarsi a beneficio della propria comunità” ha sottolineato Deangelis “La nuova piattaforma sarà una buona base di confronto e di azione per continuare a promuovere un sano dibattito in seno alla società civile e per sensibilizzare l’opinione pubblica attorno a quello che più serve a Valenza, anche in collaborazione con le istituzioni civiche, senza disdegnare a fornire proposte alternative alle scelte future che potranno aver luogo in futuro. Con questa iniziativa desideriamo andare a fondo di quelle che sono le necessità del tessuto civico valenzano e del territorio di riferimento, con la volontà di distinguerci dalla “Politica dei selfie”, ben consapevoli che il modo migliore di fornire risposte alla collettività sta nella definizione di progetti, di proposte e di una visione di lungo periodo. Noi siamo qui per fare la nostra parte!».

In occasione dell’assembra dello scorso 15 gennaio i fondatori hanno eletto il Consiglio Direttivo per il prossimo quinquennio: Marco Citro (foto in basso, uno dei candidati più votati della coalizione civica alle scorse Amministrative) sarà il presidente, vicepresidente l’imprenditore Massimiliano Staurino, Pietro Boz (studente) sarà il segretario, Debora Battistini (consulente), Tesoriere e Alessandro Deangelis, Consigliere. A breve saranno aperti il profilo Instagram e una pagina Facebook. Per iscriversi si può fare riferimento alla e-mail [email protected]