La solidarietà di Molinari e Bussalino ai dipendenti dell’ex Cementir: “Stop ai licenziamenti, si pensi a rilancio”
adv-122

ARQUATA SCRIVIA – La Lega ha espresso totale solidarietà e vicinanza ai lavoratori della ex Cementir di Arquata Scrivia. Lo ha fatto attraverso le parole dell’Onorevole Riccardo Molinari, Presidente dei Deputati della Lega e Segretario regionale piemontese, ed Enrico Bussalino, sindaco di Borghetto Borbera e Responsabile provinciale Enti Locali della Lega. Il Carroccio ha anche chiesto di percorrere tutte le strade possibili per salvaguardare i posti di lavoro, soprattutto in un momento così delicato come quello che sta passando l’intero Paese per via dell’epidemia da Covid-19.

Chiediamo alla proprietà la salvaguardia di tutti i posti di lavoro, perché in questo momento di pandemia la tutela del lavoro insieme alla tutela della salute sono i pilastri sui quali costruire la ripartenza economica del nostro Paese. Come Lega siamo al fianco delle Organizzazioni Sindacali e all’Amministrazione Comunale di Arquata Scrivia, che si stanno adoperando nel tentativo di trovare una soluzione alla crisi. Oltre alla salvaguardia del lavoro, chiediamo alla proprietà del sito industriale quali siano le prospettive di investimenti futuri“, hanno detto Molinari e Bussalino. Che poi hanno aggiunto: “Queste richieste sono indispensabili e doverose, perché gli accordi del 2017, fatti tra lavoratori e proprietà, prevedevano il mantenimento dell’impianto di Arquata Scrivia almeno fino alla fine dei lavori del Terzo Valico dei Giovi, prevista nel 2024“.