Mense, anche Fratelli d’Italia attacca su centro cottura ad Asti: “Perché ad Alessandria non c’è?”
adv-228

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Dopo quelle arrivate nelle scorse settimane dal Partito Democratico e dal Movimento 5 Stelle ora le critiche rispetto al servizio di refezione scolastica alessandrino arrivano anche dalla maggioranza. In particolare, il coordinamento di Fratelli d’Italia ha sollevato “molte perplessità” sul fatto che i pasti, dopo la sostituzione della azienda Artana con Vivenda, ora siano preparati ad Asti. “Siamo certi che l’assessore competente e la Dirigenza abbiano rispettato le procedure d’assegnazione dell’appalto, e che il cambio di centro-cottura passato da Artana (Alessandria) a Vivenda (Asti), sia in linea con gli obblighi della gara d’appalto e del contratto firmato ma” ha sottolineato il partito di centrodestra “resta la perplessità che una città come Alessandria non abbia un centro cottura idoneo a svolgere tale compito e ci si debba spostare ad Asti, con il problema che ogni qualvolta si verifichi un banale incidente o ci siano condizioni metereologiche avverse si rischia di far arrivare i pasti in ritardo con nocumento per la normale attività scolastica”.

“Temporaneamente può essere una soluzione accettabile ma” ha sottolineato il coordinamento alessandrino” bisogna lavorare sin d’ora per fare in modo che i pasti per le mense dei nostri figli vengano preparati in Alessandria. Diamo mandato ai nostri rappresentanti nell’amministrazione comunale cittadina affinché in base alle loro competenze di Giunta e Consiglio lavorino nella direzione di riportare il centro cottura in Alessandria”. 

adv-563