Pd all’attacco: “Assalto di Amag a Gestione Acqua senza alcuna discussione politica”
adv-415

ALESSANDRIA – Dopo le dichiarazioni del Presidente del Gruppo Amag, Paolo Arrobbio, è arrivato l’affondo del Partito Democratico provinciale oltre che dei circoli di Alessandria e Novi. La questione che ha suscitato l’attacco del partito è quella relativa a Gestione Acqua, partecipata di Acos. Arrobbio ha manifestato l’intenzione di acquisire la società anticipando però, spiega indignato il Pd, ogni discussione politica. “Una dichiarazione fatta  senza che i consigli comunali della città di Alessandria e della città di Novi ne abbiano mai discusso, col solo intento di coprire e mascherare le difficoltà in cui il gruppo Amag che versa, lascia esterrefatti – ha rincarato il Pd”.

adv-847

Per capire cosa stia succedendo il partito ha annunciato la richiesta di chiarimenti ai sindaci di Alessandria e Novi,  Gianfranco Cuttica e Gian Paolo Cabella, “il cui silenzio oltre ad essere assordante è imbarazzante. Leggere della volontà di acquisizione di una partecipata di un comune su quella di un altro comune come se fosse ad uso e consumo della maggioranza politica pro-tempore che guida  Novi e Alessandria (per quest’ultima  crediamo che si tratti solo di pochi mesi ancora) sembra rispondere a logiche legate alla volontà di un capo partito piuttosto che alle esigenze di crescita e di tutela dei servizi per i cittadini“.

Secondo il Pd infine sostenere che l’operazione sia finalizzata alla difesa dell’acqua pubblica sarebbe solo una “foglia di fico: i beni comuni per noi sono essenziali, ma si difendono con aziende partecipate che siano al servizio delle loro comunità e non del potente politico di turno“.