Assessore Icardi: “Cure domiciliari non sono alternative al vaccino. Basta messaggi sbagliati”
adv-319

PIEMONTE – Nel corso della conferenza stampa sulla situazione scuole in Piemonte rispetto alla pandemia, l’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi ha fatto una importante precisazione contro il “paradigma” che le cure domiciliari siano alternative al vaccino: “Contestiamo fortemente questo paradigma, le cure domiciliari non sono alternative al vaccino. Basta messaggi sbagliati. La vaccinazione è un atto primario. Poi, in caso di malattia, ci sono le cure domiciliari rispetto alle quali noi in Piemonte siamo stati i primi ad adottare i protocolli. Il Piemonte sostiene fortemente la campagna vaccinale, con oltre 400 hub aperti: abbiamo fatto e stiamo facendo tutto il possibile per convincere le persone ad aderire. I dati sulla scuola, inoltre, parlano chiaro: il crollo dei contagi alle medie e superiori è in gran parte dovuto ai vaccini”.