Rientro a scuola in sicurezza, Pd: “Regione e Prefettura agiscano”

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – “Il numero di contagi a cui assistiamo in questi giorni è molto preoccupante. Ancora più preoccupanti le notizie che arrivano dal fronte della scuola, con ben 89 classi in quarantena nella nostra provincia subito prima delle vacanze natalizie. Per il Partito democratico, è urgente avviare un ragionamento serio sul rientro a scuola“. Il Pd regionale, guidato da Otello Marilli, lancia l’allarme sul rientro a scuola degli alunni dopo le ferie natalizie. Questo a causa del sempre maggior numero di contagi in aumento, spinti dalla variante Omicron.

È del tutto evidente che nelle scuole il virus ha ripreso a circolare velocemente e questo non per negligenza degli istituti. In vista del rientro a scuola previsto per il 10 gennaio diventa necessario che la Regione Piemonte e le Prefetture riuniscano dei tavoli tecnici di emergenza, con gli enti locali, le aziende sanitarie, gli uffici scolastici regionali e gli istituti scolastici, al fine di definire un protocollo di rientro che permetta di riaprire in sicurezza e tranquillità, soprattutto negli istituti comprensivi dove le problematiche sono evidentemente più complesse“, si legge nella nota dei dem.

Secondo il Partito democratico in questa fase, occorre avere chiarezza nelle linee guida da seguire in presenza di casi di positività, associati a canali di tracciamento efficaci. “Sono molti i problemi ancora aperti che forse avremmo potuto già risolvere ad esempio, dal Ministero dovrebbe arrivare l’indicazione di investire sugli impianti di areazione, invece di affidarsi alle finestre aperte. Non si demonizzi la DaD se non si lavora per scongiurarla“, ha spiegato Marilli.