Peste suina: raggiunto accordo su risorse alle aziende. Fornaro: “Ora ristori al turismo”

ROMA – È stato un giorno intenso quello vissuto al ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali dove il ministro Stefano Patuanelli, il ministro Roberto Speranza e i governatori di Piemonte e Liguria Alberto Cirio e Giovanni Toti si sono incontrati per la gestione e il sostegno delle imprese interessate dalla crisi legata alla Peste suina africana.

adv-120

Le misure adottate dal Ministero della Salute per il contenimento e l’eradicazione della malattia dei suini domestici e selvatici in Piemonte e Liguria stanno mettendo a dura prova le attività produttive e commerciali. Ecco che l’accordo sulle norme e sugli strumenti permetterà di nominare come Commissario straordinario interregionale un responsabile dell’Istituto Zooprofilattico ma anche di definire le modalità, gli ambiti e i criteri di distribuzione dei ristori che ammontano a 35 milioni di euro. La loro entità è stata al momento definita nell’ultimo Decreto Ristori ter in cui sono state destinate complessivamente 50 milioni di euro per la biosorveglianza e per il sostegno alle imprese della filiera.

Bene la nomina di un commissario interregionale per coordinare attività per meglio delimitare area del contagio e di controllo della diffusione“, ha commentato il capogruppo alla Camera di Liberi e Uguali Federico Fornaro. “Sui ristori per i danni al settore suinicolo il governo si è già mosso, ora è necessario che ci sia analogo impegno per le attività turistiche e ricettive. Ho parlato ieri al ministro del Turismo, Garavaglia che si è dichiarato d’accordo per ricercare fondi per dare un segnale concreto in tempi rapidi”, ha aggiunto il deputato alessandrino.

adv-466