Lucchini sul caso Terme di Acqui: “Pronti a cercare insieme a Regione e Prefettura una soluzione”
adv-767

ACQUI TERME – Dopo la notizia della prossima chiusura del Grand Hotel di Acqui gestito dalla società Terme di Acqui con il possibile licenziamento di 30 dipendenti, è intervenuto anche il sindaco Lorenzo Lucchini. “Secondo un comunicato congiunto di UILTuCS, Filcams e Fisascat di Alessandria, la proprietà delle Terme di Acqui Spa avrebbe annunciato in queste ore la prossima chiusura del Grand Hotel e la conseguente riduzione del comparto termale, che determinerà la perdita di circa trenta posti di lavoro“.

adv-491

Il primo cittadino di Acqui ha commentato questa situazione definita “molto allarmante” e per cui “siamo fortemente preoccupati“. Lucchini ha spiegato che “il Comune di Acqui Terme non è stato fin qui coinvolto in merito a queste scelte, che, se confermate, darebbero il segno di una totale mancanza di dialogo da parte di Terme di Acqui con la comunità e con il territorio. Abbiamo appena avuto un colloquio con il Prefetto per monitorare insieme le effettive volontà di Terme di Acqui, che nel corso delle ultime consultazioni dichiarò l’intenzione d’investire e non di apportare nuove chiusure“.

Il sindaco ha poi aggiunto: “Siamo pronti a cercare, insieme alla Regione Piemonte e alla Prefettura, tutte le soluzioni necessarie per impedire questa azione unilaterale, la quale andrebbe inevitabilmente a tradursi in importanti ripercussioni economiche e occupazionali per il nostro territorio“.

adv-205