Rossa: “Io la più votata ma è solo la prima tappa. Con Barosini no inciuci ma dialogo su questioni concrete”

ALESSANDRIA – Con 784 voti è stata la candidata al consiglio comunale più votata. Una bella soddisfazione per l’ex sindaco di Alessandria, Rita Rossa che, ai nostri microfoni, ha commentato i risultati del primo turno delle amministrative. “Le tante preferenze rappresentano una soddisfazione personale ma sono da intendere come il frutto di un lavoro di squadra. Il Pd ha proposto una lista che ha conciliato bene rinnovamento ed esperienza. Sottolineo anche che molti esponenti della mia giunta, tra cui tante donne, hanno raccolto un importante consenso. Ma questa è solo la prima tappa. Ora l’ago della bilancia, in vista del ballottaggio, è rappresentato dalle tante persone che il 12 giugno non si sono recate alle urne. Saranno loro i nostri primi interlocutori. Bisogna far sì che tornino a votare per il cambiamento. Abonante ha ottenuto un grande successo: lo dissi subito che era la persona più credibile nel costruire un campo largo, nel rappresentare questa squadra, dopo un gran lavoro di opposizione”. 

In vista del ballottaggio del 26 giugno, poi, l’esponente Pd ha poi commentato l’exploit di Giovanni Barosini: “Ho sempre pensato che potesse ottenere un risultato almeno intorno al 10%, ha portato avanti una proposta di centro da tenere conto. Una forza che ha totalizzato quasi il 15% dei voti merita rispetto. Come ha già confermato Giorgio Abonante, non ci saranno apparentamenti o accordi ma questo non vuol dire che non si possa dialogare sui programmi. Se qualche mese fa Barosini ha lasciato la giunta Cuttica ritengo molto difficile che possa trovare delle convergenze col centrodestra. Sarebbe illogico. Si dialogherà per trovare possibili punti di convergenza programmatica. Questo non vuol dire certo fare degli inciuci”.

“Barosini nella ipotetica futura giunta Abonante? Dalle dichiarazioni di Giorgio non ho colto alcun riferimento rispetto a questo scenario. Non mi sembra un tema all’ordine del giorno. Spetterà comunque ad Abonante decidere e valutare tutte le ipotesi, con rigore, coerenza e trasparenza, anche a fronte di un confronto corale e collettivo con tutte le forze della coalizione. E comunque non penso che Barosini si aspetti che questo possibile dialogo possa tramutarsi nella sua presenza in giunta”.

adv-114