La futura giunta di Abonante: non ci sarà Rita Rossa, Marica Barrera vice e, forse, un tecnico ai Trasporti
adv-972

ALESSANDRIA – “Un giusto mix di esperienza e rinnovamento, connotata da competenza, parità di genere e discontinuità”. Così sette giorni fa Giorgio Abonante tracciava le caratteristiche della sua ipotetica giunta, in caso di successo al ballottaggio. Ora che le elezioni sono state vinte, il nuovo sindaco è già al lavoro per formare la sua squadra. L’obiettivo è ufficializzarla in tempi brevi, con tutta probabilità già entro questa settimana.

adv-347

Tutte le forze della coalizione vincente mantengono il più stretto riserbo ma già circolano diversi nomi. Partiamo dalle certezze: Rita Rossa, ex sindaco e consigliera più votata al primo turno, non farà parte della giunta Abonante. Lo ha confermato lei stessa nella notte tra domenica e lunedì a #MaratonaGold, durante i festeggiamenti: “Non ricoprirò ruoli di giunta e di governo. Il consenso mi ha emozionata e gratificata, avrò la possibilità di stare in consiglio comunale, forte di una rappresentanza collegiale. Farò la mia parte. Il consiglio comunale sarà importantissimo per gli impegni che avremo per questa città, mi sento di dare un contributo mettendo a disposizione la mia esperienza”.

Chi, invece, è già certa di diventare assessore al Bilancio è Antonella Perrone, già componente della giunta Barbero a Valenza e ufficializzata venerdì scorso dallo stesso Abonante. In pole position per diventare vicesindaco, invece, c’è Marica Barrera, la più votata della lista Abonante per Alessandria. Rispetto a Rita Rossa, infatti, domenica sera durante #MaratonaGold Barrera ha lasciato una porta aperta rispetto al suo futuro: “Mi metto a disposizione di Giorgio, d’altronde questo palazzo lo conosco, anche sui banchi dell’opposizione abbiamo lavorato bene, cercando di essere costruttivi. Faremo altrettanto, e meglio, in maggioranza”. Con Barrera in giunta toccherebbe ad Andrea Di Tullio sedersi sullo scranno del consiglio comunale.

adv-353

C’è poi Vittoria Oneto, un’altra figura femminile che i rumors indicano come possibile nuovo assessore, in quota Pd: “Farò la consigliera comunale. Io assessore? Non ho idea, Giorgio prenderà le sue decisioni, lo vedremo, io sono contenta della vittoria. Qualunque sia il ruolo, mi metto a disposizione” le parole prudenti dell’ex assessore alla Cultura della giunta Rossa domenica a #MaratonaGold.

La quarta donna in giunta, invece, potrebbe essere una novità: Irene Molina, direttore di Ragioneria del Conservatorio Vivaldi, sempre del Partito Democratico, scelta da 207 alessandrini al primo turno. Maria Teresa Gotta, Alessandro Buzzi e Maurizio Pellegrino sono quindi i tre candidati consiglieri del Pd che, potrebbero quindi essere eletti in consiglio, a seconda del numero dei rappresentanti in giunta del primo partito in città.

Un capitolo a parte merita l’assessorato ai Trasporti e alla Mobilità: “Sulla materia dei trasporti sto pensando a una persona di grandissimo valore” aveva detto Abonante mercoledì scorso a Radio Gold, durante il confronto con Cuttica. “Ho più di una persona in mente, la riserva è ancora da sciogliere” la precisazione dello stesso Abonante venerdì, poco prima del comizio finale in piazza S. Stefano. La sensazione è che per questa delega così strategica ci sia in lizza anche una figura “tecnica”, al di fuori dai partiti, proprio come Antonella Perrone. Il nome più accreditato è quello di Angelo Marinoni: ingegnere genovese, tecnico della Commissione Trasporti della Fondazione Slala col quale lo stesso Abonante, a febbraio 2020, presentò in consiglio comunale una proposta legata al Piano Urbano della Mobilità Sostenibile: una linea veloce da Alessandria a Spinetta Marengo.

Ormai è quasi una certezza il fatto che il Movimento 5 Stelle di Alessandria sarà rappresentato in giunta da Michelangelo Serra.Vedremo, mi auguro di poter dare il massimo contributo” aveva detto domenica a #MaratonaGold il capogruppo pentastellato uscente che in questi cinque anni di opposizione ha più volte collaborato fianco a fianco con Abonante. A quel punto il secondo scranno destinato al M5S verrebbe occupato da Santina Santoro detta “Sanny”, professoressa di inglese.

C’è infine un quartetto di nomi in lizza per due posti, quelli che spetteranno ad Alessandria Civica e Moderati. Nel primo caso i due candidati consiglieri più votati sono stati Gianni Ivaldi (ex capogruppo del Partito Democratico durante la Giunta Scagni e assessore della Giunta Rossa, oltre che presidente del Cissaca negli ultimi 5 anni), e Claudio Perissinotto, già presidente di Amag Ambiente negli anni della Giunta Rossa. Tra i Moderati, invece, la scelta di Abonante cadrà o su Claudio Falleti (ex assessore della Giunta Rossa) o su Diego Malagrino (capogruppo uscente). Con ragionevole certezza, comunque, i terzi candidati consiglieri più votati di entrambi i partiti sono destinati a sedersi in consiglio, al posto dei colleghi di partito: si tratta di Marina Cornara (professoressa di inglese) per Alessandria Civica, e Marco Bazzoni per i Moderati.