Associazione Costruttori Edili: “Servono 60 mila nuovi addetti. Rigenerazione urbana e Pnrr le priorità”

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Le elezioni per il rinnovo del Parlamento rappresentano un momento importante anche per il mondo delle costruzioni. Infatti, la crescita record registrata dal Pil lo scorso anno, pari al 6,6%, è stata possibile grazie al contributo del settore delle costruzioni. D’altronde, il settore rappresenta il 9,6% del Pil e dà lavoro a 1.400.000 persone. “Questi dati altamente positivi, però – sottolinea Paolo Valvassore, presidente del Collegio Costruttori ANCE di Alessandria – debbono purtroppo fare i conti con alcune emergenze che rischiano di frenare bruscamente una ripresa in atto. A cominciare l’Ance chiede lo sblocco immediato della cessione dei crediti fiscali per tutti i lavori già contrattualizzati, il pagamento immediato delle imprese da parte della pubblica amministrazione, l’introduzione per i lavori pubblici di un meccanismo strutturale di revisione prezzi semplice ed automatico e agevolare la rinegoziazione legata al caro materiali nei lavori privati”. 

Un altro dei temi ritenuti decisivi dai costruttori è quello del rinnovo delle città attraverso interventi di rigenerazione urbana con il riuso e il recupero del patrimonio edilizio esistente.Se pensiamo che la legge urbanistica in vigore ha compiuto 80 anni – sottolinea Paolo Valvassore – sono quanto mai urgenti nuovi strumenti di pianificazione per una gestione del territorio, semplice e flessibile, in linea con gli obiettivi di sostenibilità ambientale, economica e sociale. Inoltre, da sempre – aggiunge il presidente ANCE Alessandria – ho manifestato la necessità di un nuovo modello di edilizia sociale e, oggi, i cambiamenti strutturali della popolazione, il perdurare delle gravi difficoltà economiche e l’emergere di nuove povertà, stanno evidenziando una nuova domanda abitativa articolata che richiede di ideare e avviare politiche abitative di medio-lungo termine, integrate nella dimensione urbana e che tengano insieme una pluralità di dimensioni energetiche, ambientali, economiche e sociali”.

“La transizione verso la sostenibilità ambientale, sociale e di governance è una delle sfide più complesse che siamo chiamati ad affrontare, in particolare da parte del mondo delle costruzioni. Per questo” evidenzia il presidente Valvassore –“servono strumenti, iniziative e politiche adeguate e coerenti capaci di supportare questo processo di cambiamento epocale. Il PNRR rappresenta un’occasione senza precedenti occorre pertanto dare rapida attuazione agli investimenti e alle riforme previste. A tale fine occorre un nuovo codice dei lavori pubblici, in quanto strumento essenziale per la realizzazione di opere in tempi e costi certi”.

adv-307

Il settore dell’edilizia necessita di circa 60.000 nuovi addetti e ciò presuppone una valorizzazione del lavoro edile nella sua accezione più elevata in termini di regolarità, formazione e sicurezza, secondo il percorso già intrapreso dall’ANCE e dalle altre parti sociali con i rinnovi dei CCNL. “Ci auguriamo – conclude il presidente dei costruttori della provincia di Alessandria – che il nuovo Parlamento affronti rapidamente queste problematiche di estrema importanza per lo sviluppo del nostro Paese”.