In provincia di Alessandria stravince il centrodestra. A Ovada il centrosinistra cede di poco

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – In provincia di Alessandria, per quanto riguarda la Camera, il primo partito è Fratelli d’Italia con il 29% che consegna la vittoria al centrodestra considerato il risultato deludente della Lega che si ferma al 13% ma che vede eletto l’alessandrino Riccardo Molinari. Pessimo il risultato anche del Partito Democratico, costretto a fermarsi al 18%, un risultato che estromette i candidati alessandrini, su tutti l’ex sindaco Rita Rossa che aveva fatto incetta di voti alle comunali. Fuori anche tutti gli altri candidati alessandrini con qualche speranza ancora per Amich e Fornaro.

Sempre in provincia prevedibile il tonfo del Movimento 5 stelle che non raggiunge il 10%.

Ad Alessandria (Camera) il centrodestra ha conquistato il 49% mentre nella città che esprime un sindaco di centrosinistra questa coalizione si ferma al 26% con il Pd al 20%.

A Valenza la netta affermazione di Fratelli d’Italia e degli alleati è ancora più imponente con un 55%, come a Tortona. Una percentuale analoga a Casale Monferrato (54%). A Novi pesa il caos cittadino della Lega e la caduta di Cabella. Il partito del carroccio si sgretola e ottiene solo l’11.68% e ridimensiona la vittoria del centrodestra al 45%. Ad Acqui il centrodestra ottiene il 52%. In provincia di Alessandria solo Ovada vede una netta controtendenza confermandosi città di sinistra. Qui Meloni e alleati si fermano al 40% con il centrosinistra al 35%.