Impianto a biometano, giunta spaccata ma il sindaco di Valenza è tranquillo: “Stupito ma restiamo compatti”

VALENZA – Resta la piena fiducia nei miei assessori, sono contento del loro lavoro, siamo compatti”. Ai microfoni di Radio Gold il sindaco di Valenza, Maurizio Oddone, ha commentato così il voto contrario dei colleghi di giunta, Luca Merlino e Alessia Zaio, rispetto alle compensazioni del progetto dell’impianto a biometano proposto dalla società “Valenza Po Green Energy Società Agricola a.r.l.” in strada alla Nuova Fornace. I due esponenti di centrodestra avevano evidenziato la loro perplessità rispetto alla cifra proposta dall’azienda per le compensazioni, 550 mila euro, ritenuta troppo bassa.

“Certo” ha precisato il primo cittadino “mi sono stupito perché nell’ultima trattativa voluta da Fratelli d’Italia con l’azienda, l’assessore Luca Merlino e il presidente del consiglio Comunale Angelo Spinelli avevano detto di essere soddisfatti dalle compensazioni. Accetto, comunque, senza problemi le loro opinioni, non sempre bisogna andare d’accordo su tutto. Se ci sono scricchiolii in giunta? No, non li definirei nemmeno incidenti di percorso. Non sono assolutamente preoccupato. Andiamo d’accordo e lavoriamo insieme: sono molto soddisfatto della giunta e dei consiglieri. Certo, a mio avviso chi ha votato contro ha fatto delle valutazioni senza soffermarsi molto sugli atti, è mancata da parte loro una seria valutazione, visto che 550 mila euro sono più che sufficienti e sfiorano anche i termini di legge del 3% sul progetto. Una trattativa si fa su basi logiche che possono essere condivise, non si può restare su delle posizioni assurde sulle quali è impossibile trattare. Mi sembra un ragionamento riduttivo sostenere che più soldi ci danno e più siamo propensi a dire sì. Ricordo, inoltre, che non essendo compensazioni dovute per legge avremmo corso il rischio di perderle. Per assurdo si rischierebbe di subire tutto senza poter dire nulla”.

Nell’entrare nel merito, poi, Oddone ha poi replicato alla contestazione dei due esponenti della sua giunta: “Vero che i lavori previsti nelle compensazioni riguardano una strada provinciale e non comunale (la Valenza-Mirabello, ndr), ma quell’arteria si trova in gran parte nel nostro Comune, serve il nostro territorio. I lavori di miglioramento di quella strada sarebbero importanti anche in prospettiva di uno sviluppo economico. I mezzi impiegheranno anche meno tempo a percorrerla, con meno emissioni. Sarà comunque la Provincia a dare il permesso a costruire. Da parte nostra abbiamo vietato il transito dei mezzi pesanti sulle strade comunali (in città, nella zona industriale, sulla circonvallazione ovest e nel sottopasso della ferrovia). Ricordo, poi, che senza la realizzazione dei lavori sulla Valenza-Mirabello l’impianto non aprirà”.

Il sindaco di Valenza ha infine ricordato i benefici che questo impianto a biometano potrebbe portare al territorio: “Le nuove assunzioni e, come detto, le opere di compensazione che andranno nell’ottica della salvaguardia dell’ambiente. Questo impianto, inoltre, produrrà energia pulita come il metano”.