Barosini: “Accelerare su nuovo ospedale e logistica, sì a una scossa economica. Nucleare? Non sia un tabù”
adv-979

ALESSANDRIA – “Da gennaio aumenterà il mio impegno di ascolto attivo dei cittadini”. Ai microfoni di Radio Gold il vicesegretario di Azione Piemonte e presidente del Consiglio Comunale di Alessandria, Giovanni Barosini, ha fatto un bilancio su questi primi mesi di nuova legislatura, per poi rilanciare alcuni importanti appuntamenti nel 2023.

“Voglio innanzitutto parlare da vicesegretario regionale di Azione. Mi pare doveroso raccontare il lavoro svolto da me e dai nostri due consiglieri comunali, eletti grazie alla fiducia dei cittadini dello scorso giugno: il capogruppo di Azione Massimo Arlenghi e il capogruppo di SìAmo Alessandria Giuseppe Bianchini. Arlenghi è alla sua prima esperienza da consigliere ma ha subito dimostrato un’ottima preparazione. Ha tanta voglia di rendersi utile e questo aspetto si è rivelato prezioso per il nostro gruppo. Voglio elogiare anche Giuseppe Bianchini per la sua tenacia e l’infaticabile lavoro quotidiano, oltre alla sua grande concretezza nell’affrontare le problematiche dei cittadini. Che dire, poi, del nostro assessore di riferimento in giunta, Giovanni Berrone: è oggettiva la sua capacità politica. Basti pensare alle deleghe importanti che ha acquisito, oltre a quella del Commercio. I rapporti col Demanio e la Soprintendenza riguardano, in particolare, aree importanti della città come la Caserma Valfrè e la Cittadella. Con la delega all’Artigianato, poi, si parla del consolidamento e sviluppo delle zone industriali. Insomma, sono soddisfatto del nostro gruppo: faccio anche riferimento anche alle persone non elette. Azione si sta ben strutturando sia a livello cittadino che provinciale. Verso la coalizione manterremo una linea di assoluta lealtà. Siamo stati finora un punto di riferimento solido. Nei prossimi mesi metteremo però in campo proposte più specifiche rispetto alla nostra visione di città”.

Due gli esempi citati da Barosini: “Come prevedeva il nostro programma elettorale solleciteremo una progressiva limitazione della circolazione delle auto nel centro cittadino e la ristrutturazione della macchina comunale. Il sindaco Abonante è già intervenuto in questo senso. Forse io sarei stato ancora più drastico ma rispetto le sue scelte. Mi riferisco a un maggiore spoil system, alla rotazione dei dirigenti e funzionari e a progetti di formazione del nostro personale, su base volontaria, in collaborazione con l’Università. Una macchina comunale più qualificata, infatti, migliorerebbe i servizi”.

adv-128

“Da presidente del Consiglio Comunale” ha aggiunto Barosini “ho dedicato questi primi mesi ad approfondire il regolamento comunale. A breve, però, aumenterò gli appuntamenti con gli alessandrini della città e dei sobborghi, promuovendo un ascolto attivo e una condivisione massima delle loro istanze e proposte. Da presidente del Consiglio mi pongo l’obiettivo di far diventare l’aula e i consiglieri un perno importante dell’attività amministrativa, secondo le loro prerogative. La giunta, ovviamente, deve fare il suo lavoro ma il consiglio comunale deve dire la sua e indirizzare rispetto ai temi più importanti che riguardano la vita della nostra città. In particolare, ad oggi, sono due quelli più significativi sui quali occorre accelerare”.

“Il primo è il nuovo ospedale di Alessandria: una occasione da cogliere. La location dell’aeroporto al momento sembra che abbia raccolto la maggior condivisione. Se, però, ci fosse un’altra ipotesi lo si evidenzi e si facciano le opportune valutazioni”.

“Il secondo tema è la logistica” ha aggiunto Barosini “serve un approccio meno ideologico. Certo, occorre dettare precise condizioni a chi vuole investire ma non bisogna alzarsi dal tavolo senza prima aver trovato una intesa. Percepisco un risveglio su questo fronte. Occorre andare fino in fondo. La politica deve fare uno sforzo per favorire la creazione di posti di lavoro. Alessandria ha bisogno di una scossa economica, visto il progressivo impoverimento registrato negli ultimi anni. Servono un impulso e una spinta nuovi, oltre a concretezza e coraggio. La sfida è adesso”.

L’ex candidato sindaco ha poi annunciato due appuntamenti: “Un seminario promosso da Azione, in particolare dai nostri giovani del partito, molto competenti e appassionati. Si terrà all’inizio del 2023. Parleremo di energia nucleare, che non deve essere un argomento tabù, oltre che di energie rinnovabili. Ritengo che si debba parlare di tutto questo a viso aperto, con esperti del settore”.

“In primavera” infine “sarebbe molto utile per la nostra città riproporre gli Stati Generali che, ad Alessandria, mancano da oltre 20 anni, quando a proporli fu l’allora presidente del Consiglio Comunale Piercarlo Fabbio. Sarà importante mettere a un tavolo tutti i portatori di interesse, coinvolgere i grandi player e le figure imprenditoriali. Occorre unire le forze per il bene della comunità. Il mio è un appello accorato, sia affinché si guardi ad Alessandria dal livello nazionale sia nei confronti della componente privata”.