ALESSANDRIA – La Cisl di Alessandria-Asti il 22 e 23 marzo celebrerà il suo congresso Filo conduttore della due giorni al complesso del Sacro Monte a Serralunga di Crea sarà “Costruiamo insieme il domani”. Parteciperanno Maurizio Petriccioli, Segretario Confederale Cisl e Alessio Ferraris, Segretario generale Cisl Piemonte.

Quello del 22 e 23 marzo sarà il secondo congresso dopo la riorganizzazione del sindacato che ha portato all’unione della Cisl di Alessandria e quella di Asti per rafforzare il ruolo della “prima linea” rappresentata dalle Zone Sindacali Territoriali, sette in tutto, e dai delegati sui luoghi di lavoro, al fine di rispondere a problematiche e bisogni espressi da lavoratori, pensionati, disoccupati, più in generale dall’intera comunità sul territorio.
Da inizio gennaio, fino ad oggi,  protagonista il fitto calendario di appuntamenti congressuali delle Federazioni di categoria – diciassette in totale – che rappresentano lavoratori e pensionati, fase preceduta da centinaia di assemblee di base organizzate sui luoghi di lavoro e sul territorio. Il percorso congressuale della Cisl, finalizzato a rinnovare gli organismi di rappresentanza sindacale ad ogni livello ed a determinare gli orientamenti strategici dell’organizzazione, si svolge infatti ogni quattro anni coinvolgendo le strutture territoriali, regionali e nazionali. Continua dopo il banner

adv-595

La Cisl si prepara dunque a mettere in atto gli indirizzi deliberati dall’Assemblea nazionale organizzativa del 2015, tra cui un maggiore coinvolgimento e partecipazione di donne, giovani e immigrati, attraverso posti riservati all’interno degli organismi sia confederali che di categoria.

Il futuro che intendiamo costruire è quello di una confederazione ristrutturata, più snella ma sopratutto più giovane – ha sottolineato Sergio Didier, Segretario generale Cisl Alessandria-Asti – Includere e rendere protagoniste le nuove generazioni, allargare la rappresentanza ai giovani, precari, donne e agli immigrati per fare un sindacato nuovo, più inclusivo e attento ai bisogni  che ricorda come il Congresso non sia “solo un momento per rinnovare la dirigenza sindacale a tutti i livelli, ma anche una preziosa occasione per definire gli obiettivi da raggiungere e le strategie da mettere in campo nei prossimi anni , al fine di dare sempre più voce alle necessità espresse dai lavoratori, pensionati e disoccupati”.

Sarà proprio il tema legato ai giovani, all’emergenza del lavoro che non c’è, uno dei temi centrali protagonisti del dibattito congressule nazionale e locale, anche alla luce degli ultimi dati che evidenziano un tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) inchiodato al 39,3% in Provincia di Alessandria, tasso che sale al 48,8% in Provincia di Asti.

Approfondimenti ed aggiornamenti sulla pagina Facebook Cisl Alessandria-Asti  e sul sito www.cislpiemonte.it/alessandria-asti.