Nato con l’idea di valorizzare le bellezze paesaggistiche ed artistiche e di creare connessioni tra comunità, enti e istituzioni appartenenti al territorio inserito nella World Heritage List dell’Unesco nel 2014 e quelli limitrofi del Piemonte meridionale, tra Langhe, Roero, Monferrato e Appennino Piemontese, in questo anno extra ordinario e nel rispetto delle norme imposte dall’emergenza Covid, Attraverso Festival conserva salda l’ispirazione di festival diffuso. Pur nella necessità di una inevitabile rimodulazione rispetto al programma pensato prima dell’emergenza, e con l’abbraccio ideale dei 27 comuni delle province di Alessandria, Asti e Cuneo, per questa edizione 2020 il Festival si svolgerà invece in aree attrezzate secondo le nuove normative che garantiscono la sicurezza per spettatori, artisti e organizzatori, presentando per ognuna di queste sedi (Alba, Bra, Bosio, Calamandrana, Casale Monferrato, Cassano Spinola, Monforte d’Albe, Mombaruzzo, Morbello, Ovada, Parco Capanne di Marcarolo, San Cristoforo, Voltaggio), distribuite su tutte le province del Festival, un numero maggiore di spettacoli teatrali, incontri, concerti.

Tanti gli appuntamenti musicali imperdibili del programma: un nome che arriva per la prima volta ad Attraverso Festival è quello dell’icona del jazz Enrico Rava. Il jazzista italiano più famoso al mondo, insieme a Francesco Bearzatta e Giovanni Guidi, altri due grandi del panorama jazz internazionale, ha pensato di rivisitare i brani più significativi della sua carriera ed interpretare nuove composizioni, per una prima nazionale attesa nel Parco del Castello di San Cristoforo (Al) la sera del 27 Agosto.

Sempre in provincia di Alessandria, al calar della sera del 5 Agosto, nella suggestiva Area Naturale Parco Capanne di Marcarolo arriva Niccolò Fabi che in un incontro tra parole e musica, racconterà la sua passione per la scrittura, per le canzoni e la poesia e il suo percorso artistico nel corso di una carriera ventennale.

adv-991

Le storie brevi compongono “Teatro fra parentesi. Le mie storie per questo tempo” di e con Marco Paolini che, accompagnato da Saba Anglana e Lorenzo Monguzzi, torna allo stile degli Album degli esordi per raccontare la particolarità di  questo momento storico, non una vera e propria ripresa, ma un nuovo inizio: ogni spettacolo sarà denso di storie vecchie e nuove da raccontare come quello in scena il 5 Settembre a Cassano Spinola (Al).

Suggerisce sicure riflessioni anche lo spettacolo “Di Mare e di Vento – Viaggio nella musica di Gianmaria Testa” di Neri Marcorè, accompagnato da Stefano Cabrera (violoncello) e da Domenico Mariorenzi (pianoforte e alla chitarra). Due le repliche – il 3 Settembre a Casale Monferrato (Al) e il 4 Settembre ad Alba (Cn), per il racconto tratto da Da questa parte del mare, il libro della vita di Gianmaria Testa.

adv-305