Carla Bruni pubblica il prossimo 9 ottobre il suo nuovo album omonimo

A tre anni di distanza dal precedente lavoro, Carla Bruni pubblicherà il prossimo 9 ottobre il suo nuovo album che porterà il suo nome. “CARLA BRUNI” è il riflesso della stessa Bruni, un suo sincero abbraccio. La sensibilità, le emozioni che emergono e la composizione musicale dell’album testimoniano un temperamento artistico unico, mai ostentato. L’album, il primo con brani originali in 7 anni, è stato anticipato dal singolo “Quelque chose” e dalla IG track “Un grand amour” e conterrà per la prima volta un duetto inedito in italiano con la sorella Valeria Bruni-Tedeschi sulle note del brano “Voglio l’amore”.

Attraverso il fluire delle canzoni possiamo percepire il desiderio di calma e semplicità, di libertà dal luccichio e dall’arroganza. La preproduzione di queste canzoni, molto curata, è stata pianificata con attenzione e largo anticipo rispetto alle studio session: chitarra, pianoforte, tamburi e frammenti di melodia sono le fondamenta di tutti i brani, registrati a porte chiuse con Albin de la Simone, che ha prodotto l’intero album.

Per la sua prima collaborazione con Carla Bruni, il polistrumentista – uno dei migliori nella scena musicale francese degli ultimi 20 anni – si è imposto di dare alle sue nuove canzoni il trattamento più delicato possibile. Ascoltando il manifesto del disco, “Carpe Diem“, non si può non notare un forte senso di contemporaneità, di presente. Questo è quello che rende così disarmanti le canzoni della Bruni: intimità, semplicità, spirito di libertà, amicizia e amore.

Questa la tracklist completa:

adv-891

1)Quelque chose

2) Un secret

3) Rien que l’extase

4) Un grand amour

5) Le petit guépard

6) Your Lady

7) Partir dans la nuit

8) Les séparés

9) Comme si c’était hier

10) La chambre vide

11) Un ange

12) Voglio l’amore feat. Valeria Bruni-Tedeschi

13) Le garçon triste

14) Porque te vas

A queste si aggiungono le bonus track per la versione digitale: « Le petit guépard (rework) », « Un Ange (Ferber Session) » e « La mort des amants ».