I Gorillaz hanno iniziato l’anno con il primo episodio ‘Momentary Bliss ft. slowthai and Slaves’ – del nuovo progetto Song Machine, un concetto totalmente innovativo, come ormai ci hanno abituato a fare.  Ora che sono usciti 6 episodi e che Noodle, 2D, Murdoc e Russel hanno visitato il Marocco e Parigi, Londra e il lago di Como, per non parlare addirittura della Luna, i Gorillaz sono pronti per far uscire l’intera collezione, intitolata Song Machine: Season One – Strange Timez, fuori il 23 ottobre. Song Machine è un processo in continua evoluzione in cui i Gorillaz hanno collaborato con molti importanti artisti, registrando, tra i vari luoghi, anche ai Kong Studios.

Il risultato è una raccolta di 17 brani che abbracciano una miriade di suoni, di stili, di generi diversi con il contributo di guest star come Beck, Elton John, Fatoumata Diawara, Georgia, Kano, Leee John, Octavian,Peter Hook, Robert Smith, Roxani Arias, ScHoolboy Q, Slaves, Slowthai, St Vincent e 6LACK,così come di CHAI, EARTHGANG, Goldlink, Joan As Police Woman, JPEGMAFIA, Moonchild Sanelly, Unknown Mortal Orchestra, Skepta e ovviamente Tony Allen.

 Nell’ultimo episodio, Strange Timez ft. Robert Smith, i nostri eroi sono sulla Luna, con tutta la magnificenza in technicolor di Jamie Hewlett, girano intorno al mondo di notte, girano finchè non sorge il sole, strano momento per vedere la luce.

adv-518

E il 12 e 13 dicembre c’è il SONG MACHINE LIVE, con un insieme unico di immagini e performance live dei GORILLAZ delle canzoni di Song Machine: Season One – Strange Timez suonate dal vivo per la prima volta su LiveNow in tre differenti fusi orari. Per maggiori informazioni:   LIVENow.