The Killers: il nuovo album Imploding The Mirage esce il 29 maggio

Arrivano i primi dettagli del nuovo e attesissimo sesto album di studio dei The Killers, Imploding The Mirage, in uscita il 29 maggio 2020 su Island Records. L’album – prodotto dalla band insieme a Shawn Everett e Jonathan Rado dei Foxygen – è stato registrato a Los Angeles, Las Vegas, e Park City, UT. È il primo album dei Killers ad essere scritto e registrato da quando hanno lasciato la loro città natale, Las Vegas, NV. Imploding The Mirage vanta anche una brillante schiera di collaboratori, un’altra novità assoluta per la band, tra gli artisti presenti Lindsey Buckingham, KD Lang, Weyes Blood, Adam Granduciel (War On Drugs), Blake Mills e Lucius.

adv-393

Il primo singolo dell’album, “Caution“, rappresenta una novità che ha in sé però reminiscenze di amatissimi album della band come Sam’s Town e Battle Born, espressione dell’ambiziosa reinvenzione del gruppo, abbinato ai ritornelli di cui sono diventati l’emblema. Nel brano anche un iconico assolo di chitarra della leggenda Lindsey Buckingham.

Dall’uscita del loro album di debutto nel 2004, Hot Fuss, The Killers hanno venduto 28 milioni di album e performato negli stadi e nei festival di tutto il mondo ricevendo ovunque decine di riconoscimenti. Dopo Wonderful Wonderful, album andato al numero uno di Billboard nel 2017 – una lettera d’amore, e di incoraggiamento di Brandon Flowers per sua moglie che stava attraversando un momento difficile – il nuovo progetto- Imploding The Mirage rappresenta la luce dopo il buio, il superamento della tristezza e il passaggio alla celebrazione. È un disco sull’amore eterno, la perseveranza nei momenti difficili e la forza ricevuta dalle amicizie e dai legami familiari durante la tempesta.

Imploding The Mirage lascia il luccichio di Las Vegas per qualcosa di più immediato e spontaneo (Flowers e la sua famiglia prima di iniziare a lavorare al disco si sono trasferiti da Vegas alle lussureggianti montagne dello Utah). È un album che ha anche spinto la band fuori dalla loro zona di comfort musicale, esplorando nuovi territori con le influenze degli ascolti che li hanno formati, da Kate Bush e Peter Gabriel, così come Bruce Springsteen e New Order. In tutto questo, Flowers rimane un cantautore del tutto singolare. Un artista prolifico con una ferma convinzione di quanto conforto possa dare una canzone: rockstar esuberante sul palco quanto riflessivo artigiano in studio.