adv-761

PIEMONTE – A causa dell’emergenza coronavirus anche le associazioni sportive piemontesi sono in grave affanno. La Regione, proprio per questo motivo, ha deciso di intervenire subito stanziando 4 milioni di euro che saranno accessibili a tutti e che permetteranno a chi promuove lo sport locale di sopravvivere alla crisi dovuta al Coronavirus.

Purtroppo il decreto ‘Cura Italia’ non ha tenuto conto delle tante realtà che promuovono lo sport e che per colpa della crisi rischiano gravi conseguenze. Gli euro su questo capitolo stanziati dal Governo ammontano a zero. Per ovviare a questo grave problema abbiamo deciso, come Regione, di stanziare 4 milioni di euro che verranno destinati a tutto il mondo dello sport piemontese – afferma l’assessore regionale allo Sport e alla Sicurezza Fabrizio Ricca “Se questo mondo non ha il supporto delle istruzioni rischia di essere cancellato. La stessa cosa può capitare a numerosi eventi già in programma. Per questo con i fondi individuati vogliamo dare ossigeno a realtà che spesso vivono della passione dei loro soci e che con questi soldi potranno pagare gli affitti e gli stipendi dei loro collaboratori”.

La Regione, oltre ai 4 milioni per lo sport, ha deciso anche di stanziare 500mila euro che saranno destinati a pagare gli straordinari della Polizia Locale impegnata in compiti di controllo del territorio e di vigilanza sul rispetto dei decreti legati al coronavirus.

adv-775

“Come Regione abbiamo ottenuto che la Polizia Locale fosse impegnata in strada con compiti di controllo – prosegue l’assessore Ricca -. Ci sembra giusto che questi agenti possano svolgere il loro compito sicuri del fatto che le istituzioni copriranno le spese legate alle loro ore di lavoro straordinario”.