bertram_derthona_derby

VOGHERA – Andremo in campo con la morte nel cuore ma onoreremo il suo esempio”. Domenica mattina l’amministratore delegato di Bertram Derthona Marco Picchi aveva raccontato a Radio Gold il grande scoramento ma, allo stesso tempo, la fortissima motivazione dei leoni bianconeri in vista del derby contro la Novipiù Junior Casale, dopo la notizia della scomparsa di Luigino Fassino, storico dirigente della società tortonese.

Parole diventate fatti nella sfida di un PalaOltrepo Voghera che ha ricordato con commozione il presidente onorario dei leoni. Alla fine la squadra di coach Ramondino si è imposta 70-62, nonostante l’assenza di capitan Garri e al termine di una sfida equilibrata e decisa nel quarto quarto, grazie alla precisione di Bertone e Alibegovic.

In casa tortonese, infatti, sono loro due i migliori, con 17 e 15 punti. In doppia cifra anche l’ex casalese Blizzard. Dall’altra parte non sono bastati alla squadra di coach Ferrari i 17 punti di Musso, i 10 di Martinoni e i 13 di Italiano.

adv-14

Per i leoni arriva così la doppietta, dopo il successo anche nella gara d’andata al PalaFerraris.

La cronaca della partita tratta dal sito di Derthona Basket

Avvio di gara di marca bianconera: le giocate di Spizzichini, Bertone e Alibegovic portano la Bertram sul 7-2 al 3’ e costringono coach Ferrari a fermare il gioco. Dopo avere toccato il massimo vantaggio sul +11 (13-2), il Derthona subisce il parziale rientro di Casale, guidato da Cesana e Musso: il gioco da tre punti di Lydeka chiude la prima frazione sul 18-10.

adv-860

Nella seconda frazione permane l’equilibrio in campo tra le due squadre: gli ospiti accorciano poi con una tripla di Musso, che vale il 24-18 del 14’; coach Ramondino interrompe il gioco. In uscita dal time-out i bianconeri stringono le maglie in difesa e producono un nuovo break, chiuso dalla schiacciata in contropiede di Ndoja (34-22 al 17’): questa volta è Casale a fermare le operazioni. Dopo il minuto di sospensione la formazione di coach Ferrari torna a contatto con i canestri da tre punti di Musso e Cesana, che fissano il punteggio sul 34-31 dell’intervallo.

Nella terza frazione la Novipiù trova il pareggio a quota 39 (al 24’) con il canestro di Italiano, prima che le giocate di Spizzichini e Blizzard diano il nuovo vantaggio alla Bertram (44-42 al 27’). Nel finale di terzo quarto Martinoni dà il vantaggio agli ospiti: al 30’ il punteggio è 48-49.

In avvio di ultimo periodo i bianconeri aumentano l’intensità della propria difesa e, grazie anche ad alcune palle recuperate, producono un parziale di 6-0 che vale il 54-49 del 34’ e costringe coach Ferrari a fermare il gioco. Casale torna a un solo possesso di distanza con i canestri di Tinsley (56-53 al 36’); sono poi tre liberi di Bertone a rimettere due possessi pieni tra le squadre (62-56 a 1’36” dalla fine). Sull’attacco della Junior viene fischiato fallo a rimbalzo a Italiano: ne nasce una rissa che coinvolge lo stesso Italiano e Ndoja, che vengono espulsi. La Bertram ritrova la doppia cifra di vantaggio (66-56) con i liberi di Alibegovic e amministra il vantaggio grazie alla grande precisione a cronometro fermo. Il Derby è ancora bianconero, il finale è 70-62.

Foto Ufficio Stampa Derthona Basket