CASALE MONFERRATO – “Ci sono momenti e momenti, opinioni e fatti. Quello che facciamo, per lavoro, è impegnarci per costruire qualcosa di bello, divertente, solido, ma soprattutto qualcosa che appartenga a tutti. Tutti. Non sempre però è il momento di divertirsi e basta: questo è uno di quelli in cui bisogna dire chiaramente da che parte stare“. Inizia così il comunicato della Junior Casale Monferrato con cui la società si schiera contro la morte di George Floyd, l’afroamericano morto durante un arresto perché il poliziotto gli si è appoggiato per nove lunghi minuti sul collo.

Non è una questione che riguarda solo una parte di noi, il razzismo, l’ingiustizia sociale, la violenza ingiustificata, sono argomenti che riguardano ognuno di noi. Razzismo, ingiustizia sociale, violenza ingiustificata, non sono argomenti delicati, men che meno divisivi: è molto facile, anzi, sapere da che parte stare. Contro ogni razzismo, ogni ingiustizia sociale e ogni atto di violenza ingiustificata. Questa è l’unica parte possibile. Quella dell’uguaglianza e del rispetto tra tutti e per tutti. Punto. Se non siete d’accordo questo è un problema vostro (o siete parte del problema)“, si legge ancora nel comunicato.