Impresa Bertram Derthona in Coppa: Virtus “divorata” e ora leoni in finale contro Milano

PESARO – Lo aveva già fatto in campionato, stasera ha concesso il bis. Bertram Derthona sovverte il pronostico e piega la Virtus Bologna di veri e propri mostri sacri del basket come Belinelli e Teodosic nella semifinale di Coppa Italia di A1. I ragazzi di coach Ramondino si sono imposti 94-82, dopo aver chiuso sempre in vantaggio i periodi e aver impresso lo strappo decisivo nel terzo parziale, concluso sul 30-15. Ben cinque i giocatori tortonesi in doppia cifra: Filloy, Mascolo, Sanders, Macura e Daum. Per la Virtus serata da dimenticare soprattutto da 3, con appena il 18.5% delle realizzazioni, rispetto al 39.5% di Tortona.

Ora i bianconeri sono attesi in finale da un’altra big del basket italiano, Olimpia Milano, che oggi ha piegato Brescia 69-63: domenica sera alle 18 Bertram scriverà un’altra pagina della sua gloriosa storia (ecco come prenotare il pullman gratis per Pesaro) a prescindere dal punteggio ma, si sa, i leoni hanno sempre fame…di vittorie. 

La cronaca della partita tratta dal sito di Derthona Basket

adv-257

Avvio di gara ad alto ritmo offensivo: Sanders subito protagonista per la Bertram, con tre triple e 11 punti che propiziano l’allungo della formazione allenata da Ramondino, che tocca la doppia cifra di margine sul 24-14 e chiude il primo quarto avanti 24-18. Nel secondo periodo le giocate di Filloy (10 p nella frazione) spingono il Derthona al massimo vantaggio, sul 38-21, prima della reazione della Virtus, che accorcia il gap fino al -9 dell’intervallo (50-41) fissato dalla tripla di Hervey allo scadere.

In avvio di ripresa è una fiammata di Macura (13 p nel periodo) a spingere ulteriormente il Derthona, che dà una nuova spallata all’incontro toccando il +18 (64-46). La Bertram continua a giocare una pallacanestro eccelsa, trovando continuità nel tiro da fuori e allungando ancora nel punteggio fino al +24 (80-56) di fine terzo quarto. Nell’ultimo parziale la Virtus alza notevolmente il livello di fisicità della propria difesa, riducendo notevolmente il divario (86-75), prima della nuova accelerazione della Bertram, che vale il +16 (94-78) a 2 minuti dal termine. Le ultime battute sanciscono la vittoria del Derthona per 94-82.

Foto Ufficio Stampa Bertram Derthona