Bertram Derthona, via all’avventura dei playoff in A1 contro Venezia. Ramondino: “Un mondo diverso”

CASALE – Alle 19 di questa sera comincia a Casale ufficialmente il cammino della Bertram Derthona nei playoff di Serie A1, una cavalcata già di per sé storica e che i leoni vogliono vivere appieno. Il primo ostacolo per Macura e compagni sarà Umana Reyer Venezia. Il bilancio stagionale parla di una vittoria (casalinga) a testa: i ragazzi di coach Ramondino potranno anche contare sul fattore campo.

“I playoff sono un mondo diverso rispetto alla stagione, in cui il livello di preparazione deve essere maggiore” ha detto coach Marco Ramondino “in questa fase dell’anno si raggiungono i risultati e si realizzano le favole, per cui sarà importante avere consistenza, continuità e intelligenza nelle scelte. Affrontiamo Venezia, una squadra importante sia per la sua storia recente sia per la struttura e organizzazione, capace di raggiungere grandi risultati negli ultimi anni. Ha un sistema di gioco consolidato, con tante soluzioni e giocatori esperti dei playoff e del campionato. La Reyer ha vinto dieci delle ultime dodici gare, perdendo solo con Virtus Bologna e Milano: questo testimonia il loro grado di salute. Si deve dare al corpo il giusto modo di recuperare gestendo le energie mentali senza chiedere ai giocatori grandi scariche dal punto di vista emotivo, in quanto sono energie difficili da recuperare. L’aspetto emotivo per una squadra come la nostra è importante perché arriviamo a giocare i playoff contro una squadra importante, andando fuori dai pronostici. Sarà necessario focalizzarsi su una partita alla volta, poiché ci saranno scelte strategiche differenti in ogni gara cui bisognerà essere bravi ad adattarsi”.

“Con Venezia mi aspetto partite in cui scenderemo in campo con grande entusiasmo e carattere ha aggiunto Chris Wright “consci di dovere giocare la nostra partita e mantenere l’identità che ci ha fatto arrivare fino a qui. Personalmente sono felice di giocare i playoff contro una squadra esperta e dura, sapendo che ogni possesso sarà decisivo per provare a vincere. Credo che sarà importante controllare i rimbalzi difensivi e limitare le palle perse in quanto la Reyer ha una grande capacità di convertire rimbalzi offensivi e palle recuperate in canestri rapidi”.

adv-750