Supercoppa: Bertram Derthona piegata in semifinale da Sassari in volata

BRESCIA – Termina in semifinale l’avventura della Bertram Derthona nella Frecciarossa Supercoppa 2022: la squadra allenata da coach Ramondino, al termine di un incontro molto equilibrato e condotto per larghi tratti, viene battuta 83-84 negli istanti finali dalla Dinamo Banco di Sardegna Sassari. Il prossimo impegno dei bianconeri sarà domenica 2 ottobre alle 17 al PalaEnergica Paolo Ferraris contro la Dolomiti Energia Trentino nell’incontro valido per la 1° giornata della Serie A 2022/23.

adv-657

“Complimenti a Sassari per la vittoria” ha detto coach Marco Ramondino “è stata una partita molto combattuta ed equilibrata in cui abbiamo provato ad alzare il nostro livello di continuità nella gara. I nostri momenti di appannamento e poca lucidità sono stati pagati molto cari, perché quando abbiamo preso un buon vantaggio giocando bene non siamo riusciti a mantenere il margine. Siamo stati molto indisciplinati dal punto di vista difensivo quando eravamo in bonus, dando la possibilità a Sassari di trovare punti facili in lunetta, mentre in attacco non abbiamo fatto buone esecuzioni offensive con il secondo quintetto. Queste sono le cose che ci sono costate la partita. Abbiamo comunque fatto tante buone cose offensivamente, con soluzioni dinamiche, e in difesa – negli ultimi minuti – abbiamo fatto tante buone giocate sul loro pick’n’roll e sul gioco interno. Macura e Tavernelli lavorano ancora a parte, in base a come rispondono alla riattivazione valutiamo la tempistica per il reinserimento in squadra. Dal punto di vista generale siamo un po’ indietro rispetto a quanto ci aspettavamo dopo un mese e mezzo, però oggi sono entrato nella gara con la curiosità di vedere: la squadra ha giocato in modo duro, molto bene, con maggiori cose positive che negative”.

La cronaca della partita tratta dal sito di Bertram Derthona

Primo periodo molto equilibrato al PalaLeonessa A2A: le due squadre trovano buone soluzioni offensive, il Derthona in Daum (11 p) e Christon (8 p) i suoi terminali principali per chiudere avanti 23-19 i 10′ iniziali. Nella seconda frazione l’incontro prosegue sugli stessi ritmi, con la formazione allenata da coach Ramondino che è molto presente a rimbalzo offensivo, garantendosi e convertendo extrapossessi per conservare un minimo margine di vantaggio per larga parte del quarto, prima che il libero di Onuaku nei secondi conclusivi impatti i primi 20′ a quota 44.

Al rientro dagli spogliatoi, la Bertram prova a dare un nuovo strappo al punteggio, sempre guidata da Christon e Daum in attacco, ma Sassari rimane a contatto: alla terza sirena bianconeri avanti 63-61. L’ultima frazione è palpitante, possesso dopo possesso: nessuna delle due formazioni riesce a rompere l’equilibrio e si arriva all’ultimo minuto in parità a quota 81. La Dinamo perde palla, Harper è glaciale in lunetta, ma il successivo canestro da tre punti di Bendzius vale il nuovo sorpasso. La Bertram ha due occasioni per vincere la partita, ma Christon prima sbaglia e poi viene stoppato da Onuaku sulla sirena.

Così coach Marco Ramondino al termine della gara:

Bertram Derthona-Dinamo Banco di Sardegna Sassari 83-84

(23-19, 44-44, 63-61)

Tabellini:

Derthona: Christon 25, Mortellaro ne, Candi 6, Jankovic ne, Filloy 7, Severini 5, Harper 6, Daum 23, Cain 4, Radoševi? 7, Filoni. All. Ramondino

Sassari: Jones 7, Pisano ne, Piredda ne, Robinson 18, Dowe 8, Kruslin 10, Gandini, Bendzius 23, Gentile 7, Raspino, Diop 2, Onuaku 9. All. Bucchi

Foto Ufficio Stampa Derthona Basket