Una Junior all’italiana abbatte Verona e vola sul 2-0

Percorso ancora netto per la Junior Casale, nei quarti dei playoff della Legadue, ora condotti 2-0. Questo martedì i rossoblu hanno battuto 69-59 Tezenis Verona e basterà un altro successo al PalaOlimpia per superare il turno. Partita non semplice per i rossoblu, avanti nel punteggio dal primo quarto ma senza il solito apporto di Casper Ware, apparso in serata no. La Junior ha scavato il primo solco con una schiacciata di Butkevicius e ha subito beneficiato della presenza di Antonelli, sotto le plance. Per il numero 8 monferrino è stata una serata magica, iniziata subito con due difese perfette contro il nigeriano Lawal. Al cospetto del miglior rimbalzista della stagione regolare, Antonelli si è anche permesso un rimbalzo offensivo convertito subito in due punti. Nella parte centrale del match, però, Verona non ha mollato firmando già nel secondo quarto un parziale di 8 a 0, Casale ha sempre mantenuto un margine di sicurezza e a metà gara il punteggio si è fermato sul 38-24. Nella ripresa Martinoni ha ancora una volta impresso il suo marchio, con due triple consecutive da applausi, una a fil di sirena e da “casa sua”. Per diversi minuti, però, l’attacco casalese è risultato sterile e poco fluido, con Ware sempre più ai margini. Casale non ha pagato dazio e due punti di Ferrero hanno regalato il +10 prima della penultima sirena. A sparigliare le carte nel quarto quarto ci ha pensato capitan Pierich, con due triple da cineteca e un canestro da fuori. Verona ha accusato il colpo e Casale ha amministrato bene gli ultimi minuti, guidata da Green, alla fine miglior realizzatore con 16 punti. Unica nota stonata l’infortunio alla spalla di Butkevicius, uscito a pochi minuti dalla fine.

“Abbiamo avuto momenti importanti durante il match nel quale è venuto fuori il carattere di alcuni giocatori, e questo è un segnale importante giunti a questo punto.” ha detto coach Griccioli in conferenza stampa “Penso che questa sera possiamo essere soddisfatti di quanto abbiamo fatto anche se la soddisfazione finisce subito perché da domani dobbiamo pensare a Gara3. Sappiamo che sarà una partita durissima, come lo è stata quella di oggi, contro un avversario che ha dimostrato tutta la sua forza.”

adv-685