La Novipiu’ rompe il digiuno di vittorie. Battuta Capo d’Orlando 70-59

Finisce alla terza di campionato l’astinenza di vittorie della Novipiù Casale Monferrato. Contro l’Upea Capo d’Orlando la squadra di coach Griccioli si è imposta per 70-59 portando a casa i primi due punti stagionali, nonostante il forfait di capitan Martinoni. Dopo un primo quarto decisamente sotto tono e concluso in svantaggio 12-15, gli juniorini sono riusciti a raddrizzare la partita mettendosi alle spalle, almeno per una domenica, le nubi che hanno caratterizzato le prime due uscite nel campionato Adecco Gold. E dire che i fantasmi del passato sembravano essere riaffiorati nell’ultimo quarto del match quando, sopra di undici punti, Casale ha dilapidato buona parte del vantaggio in favore degli ospiti dell’Upea. Per la prima volta in stagione, però, la Junior non si è disunita serrando bene i ranghi e allungando nuovamente nei confronti del quintetto guidato da coach Gianmarco Pozzecco. Quattro i giocatori casalesi che hanno chiuso la loro gara in doppia cifra: Dillard, Casini, Giovara e Cutolo.

La cronaca della partita tratta da asjunior.com

Avvio forte dell’Upea Capo d’Orlando, che chiude i primi 5’ di gioco sul 3-11. La Junior non si fa intimorire, e trascinata dalle soluzioni di Dillard e Cutolo torna in scia agli ospiti, fino al 12-15 sul quale si chiude la prima fetta di gara. Avvio di secondo quarto equilibrato, con i liberi di Giovara che a 6’ dall’intervallo mantengono la Novipiù a un passo dall’Upea, 15-17. Ed è proprio Giovara a far saltare in piedi al PalaFerraris, portando la Novipiù in vantaggio (18-17) a metà secondo quarto, e replicare sempre dall’arco con il canestro che vale il 21-19. Amato spara da tre, Dillard ispira la schiacciata di Giovara, Casini infila dall’arco e la Junior costruisce il proprio vantaggio, 30-23 a 2’ dall’intervallo. Casini infila la tripla del +10, Nicevic replica in area, ma è Dillard a dire l’ultima sui primi 20’, che si chiudono sul 35-25. La ripresa inizia con la schiacciata di Jackson e con i liberi di Cutolo, che valgono il nuovo massimo rossoblù, 39-25 a 8’ dalla terza sirena. Bruttini capitalizza l’invenzione di Jackson, per l’Upea risponde Laquintana, che a metà terzo quarto fissa il risultato sul 41-27. Si sblocca Archie, Casini e Bruttini non sbagliano dalla lunetta ed il vantaggio della Junior si mantiene costante, +15 dopo la bomba di Laquintana che inaugura gli ultimi 3’ di terzo quarto. Soragna inquadra da tre e accorcia il gap, Archie replica dall’arco e sigla il 47-38. Soragna sfrutta la momentanea amnesia rossoblù e porta l’Upea a -7, Amato sblocca la Junior con la giocata da 2+1 che vale il 52-41 con cui si chiude il terzo quarto. Grande giocata di Dillard per Fall, che a inizio ultimo quarto schiaccia il canestro del +12, prima del canestro di Archie che capitalizza l’orgoglio dell’Orlandina. Soragna infila da tre e sigla il 56-49, Laquintana punge in contropiede e rimette in partita l’Upea con il canestro del -5. La Junior perde lucidità offensiva, l’Upea ne approfitta e arriva a -1, prima della reazione rossoblù guidata da Casini, che in schiacciata firma il 60-55 rispondendo al meglio al quinto fallo fischiato a Bruttini. La splendida giocata da 2+1 di Dillard inaugura gli ultimi 2’ di confronto, poi è proprio lo statunitense a far esplodere il PalaFerraris con la bomba del +11 (66-55). L’antisportivo fischiato a Dillard è capitalizzato dall’Upea, che entra nell’ultimo minuto sotto di sette lunghezze (66-59). Nel finale incandescente (allontanato coach Pozzecco), Dillard e Casini sono precisi dalla lunetta, la Junior vince 70-59

Foto tratta dal profilo FB della Junior