La Junior sconfitta da Orlandina, ma a testa alta

Ancora una sconfitta in terra siciliana per la Novipiù Junior Casale che, dopo il ko contro Barcellona, si è arresa anche a Capo d’Orlando. La squadra di coach Pozzecco si è imposta 66-64 non senza soffrire. Brava la Junior a recuperare uno svantaggio di 12 punti nel quarto quarto mettendo i brividi a tutto il PalaFantozzi. Alla fine non sono bastati i 18 punti di Dillard e i 17 di Bruttini. Proprio un fallo antisportivo di quest’ultimo, ex della partita, su Mays ha complicato ancora di più i piani dei rossoblu. A fil di sirena il tiro della possibile vittoria di Dillard, infatti, è risultato troppo corto. “Abbiamo giocato una buona gara, soprattutto nella prima metà dove abbiamo prodotto anche più del 35-35 con cui siamo andati a riposo” ha commentato a fine gara un comunque soddisfatto coach Giulio Griccioli “nella ripresa siamo andati in difficoltà, l’Orlandina ci ha dato filo da torcere dal punto di vista fisico, ma abbiamo trovato le energie per recuperare e provarci fino alla fine. E’ una sconfitta che ci può stare, del resto abbiamo perso in casa della capolista, una squadra sulla carta molto più forte di noi e che punta a grandi traguardi. Ora dobbiamo subito concentrarci sulla gara di domenica prossima, che ci darà l’opportunità di riscattare la brutta prestazione di Imola”.

adv-616

Il commento della partita tratto dal sito della Junior Casale

Avvio molto equilibrato di confronto, con le due squadre sull’8-8 a 4′ dalla fine del primo quarto. Bruttini è ispirato e segna 8 punti che permettono alla Junior di portarsi avanti, l’Upea tiene il passo e chiude la prima fetta di gara in scia ai rossoblù, 14-16 sulla prima sirena. In avvio di secondo quarto accelerazione della Novipiù, che tocca il +6, per l’Upea si sblocca Basile che riporta i siciliani sul -2 (19-21). Dillard da tre riapre il varco tra le squadre, 21-26 a metà secondo quarto, subito replicato da Portannese, che impedisce la fuga dei rossoblù, poi bel duello sotto canestro Bruttini-Nicevic prima del canestro di Giovara che dall’arco regala il 28-33. Nicevic e Benevelli replicano riportando l’Orlandina sul 32-33, Martinoni trova la risposta di Mays, che chiude la prima metà di gara sul 35-35. I padroni di casa si portano subito sul +3 con tripla di Archie, bottino che l’Upea mantiene fino alla tripla di Dillard, che a 5′ dalla terza sirena sigla la parità, 43-43. Break di 4-0 per l’Orlandina, spinta dalla verve di Nicevic, Dillard accorcia dalla lunetta ed il terzo quarto si chiude sul 49-46. L’Upea si porta subito sul massimo vantaggio (+7, 53-46), con un break immediato di 4-0. Fall risponde in lunetta, Basile spara da tre e sigla il 56-48 a 8′ dalla fine. Benevelli sigla il +10, poi Archie in contropiede schiaccia il canestro del 60-48 e scava un solco importante. Martinoni sblocca la Junior a metà quarto, Bruttini inventa una giocata da 2+1 che porta i rossoblù sotto la doppia cifra di svantaggio, 62-53 a 4′ dalla fine. L’Orlandina non si scompone, giocata da 2+1 di Nicevic che permette ai padroni di casa di mantenere uno scarto importante, Cutolo guida la reazione della Junior, che entra negli ultimi 2′ sul 65-57. Dillard spara da tre e porta Casale sul -5, poi Martinoni in lunetta firma il 65-62 a 26” dalla sirena finale. Dillard sigla i due liberi che portano la Junior a -1 a 9” dalla fine. La Junior spende il fallo antisportivo con Bruttini, Mays fa 1 su 2 in lunetta e poi spreca il possesso che metterebbe in cassaforte il confronto, regalando un ultimo possesso a Casale. A 1” dalla sirena, Dillard prova il tutto per tutto ma la palla non entra, finisce 66-64.

Foto tratta dal sito della Junior