La Junior disintegra Imola per 97-59
adv-658

La Junior non tradisce le aspettative e contro l’ultima in classifica porta a casa due punti d’oro in chiave classifica. Al Palaferraris, così, l’Aget Imola ha fatto la parte dell’agnello sacrificale contro una Novipiù cinica in fase offensiva e attenta in quella difensiva. Alla fine sono stati ben 38 i punti di differenza tra Casale Monferrato e Imola, battuta 97-59. Del resto una sola vittoria su diciannove gare non facevano di Imola una squadra temibile e contro la quale si potessero lasciare per strada punti importanti. Ed è così che la Junior, lungi dai timori di chi ha solo tutto da perdere, ha sfoderato una prestazione magistrale vincendo e salendo a quota 18 in classifica e gettando un occhio alla zona playoff e alla postseason. “Siamo stati bravi a mettere la partita subito sui binari giusti, mettendo in campo quaranta minuti di energia costante e dimostrando tutta la voglia che avevamo di condurre questa gara” ha detto a fine gara coach Giulio Griccioli “Un confronto che abbiamo reso più facile, senza lasciare niente ai nostri avversari, grazie alla determinazione e all’atteggiamento messi in campo, anche quando Imola si è schierata a zona, la situazione di gioco che più abbiamo sofferto soprattutto nella prima parte della stagione. Il risultato finale è largo e punisce forse eccessivamente i nostri avversari, che avranno sicuramente la chance di riscattarsi nelle prossime giornate. Voglio elogiare Di Prampero e più in generale i nostri giovani, che hanno dato ennesima dimostrazione di impegno e crescita”.

La cronaca della partita tratta dal sito della Junior

Parte subito forte la Junior, con 5 punti di capitan Martinoni che accende il PalaFerraris con un tiro dai 6.75. Imola propone subito una difesa a zona che la squadra di casa riesce a interpretare bene, mettendo a referto due tiri dalla lunga distanza con Dillard e nuovamente Martinoni e costringendo la Aget al timeout sul 13-4. La Novipiù continua a macinare punti in attacco arrivando sul + 10 a 4 minuti dalla fine, dimostrando continuità col tiro da fuori e fisicità a rimbalzo offensivo. Mini break per Imola che con un gioco da 3+1 si avvicina alla Junior sul 26-19. Il primo quarto si conclude sul 32-22 con 9 punti di Jackson e 8 di Martinoni per la formazione di casa. I rossoblù iniziano bene il secondo quarto e si portano sul + 14 dopo un fallo antisportivo fischiato a Maccaferri, trasformato in 2 punti da Amato. Coach Vecchi è costretto a chiamare un timeout per fermare l’emorraggia difensiva a metà del secondo quarto a causa di un parziale di 11-0. La Novipiù conduce il confronto con personalità e concretezza, si va all’intervallo sul 51-29. La Junior torna sul parquet senza un tangibile cambio di copione, mantenendo il controllo del match sul 55-33 dopo 4′ minuti dalla ripresa del gioco. Mattatore del momento Dillard, che inebriando con finte e palleggi i suoi avversari va a canestro portando la Junior sul 63-35. Una stoppata di Dillard allo scadere dei 24 infiamma il PalaFerraris; la formazione di casa conduce per 67-39, le triple di Amato e Jackson segnano l’ulteriore allungo dei rossoblù sul 75-41. Un canestro di Young allo scadere del tempo fissa il punteggio del terzo quarto sul 75-43. L’ultimo periodo inizia subito col botto con una super stoppata di Aka Fall che nega la gioia del canestro alla Aget. In campo anche il giovane Di Prampero che si iscrive a referto con un bell’appoggio nel cuore dell’area avversaria. Un assist di Amato regala una schiacciata solitaria per Fall fissando il punteggio sul 79 – 45. Nel finale, la Junior amministra e porta a casa il bottino, finisce 97-59.

Foto tratta dal sito della Junior