Black out Casale. Forli’ ringrazia ma la Junior e’ salva

Dopo due quarti completamente dominati, sembrava ormai fatta per Casale Monferrato ma così non è stato, colpa di un Forlì caparbio nel rimontare e superare una Junior rimasta incompiuta, battuta 84-74. Ormai utopico sperare nelle ultime posizioni libere per i playoff, la squadra di coach Griccioli ma la Junior ha comunque ottenuto la matematica salvezza. A nulla sono serviti i 35 punti di Dillard e Jackson. Il black out avuto dagli juniorini nel terzo quarto e prolungatosi nel finale, ha permesso a Forlì di guadagnare due punti d’oro e riaprire la corsa salvezza. D’altro canto la fragilità psicologica di Casale messa in evidenza questa domenica e l’incapacità dei ragazzi di Griccioli di reagire nella difficoltà sono i principali imputati di questa debacle monferrina.  “Siamo partiti molto bene” ha detto alla fine coach Griccioli “giocando la partita che volevamo e imponendo il nostro ritmo, dimostrando di voler portare a casa la vittoria. Nella ripresa invece non siamo stati in grado di arginare i loro momenti di fuoco, siamo stati superficiali in alcune palle perse aprendo il campo a loro, cosa che a una squadra come Forlì non devi mai concedere. Loro sono stati bravissimo a prendere al volo le occasioni, noi troppo leggeri nel concederle. Nemmeno quando il divario era recuperabile, sul -6, abbiamo trovato lucidità offensiva e, anzi, ci siamo spenti in entrambi le fasi. Detto questo, sono amareggiato per una partita che avevamo in pugno e ci è scivolata via, però guardando alla stagione non posso che essere soddisfatto del fatto di essere arrivato a questo appuntamento nelle migliori condizioni di classifica possibili. Ci siamo presi la certezza matematica della salvezza, nostro obiettivo primario, da domenica prossima potremo giocare con la serenità di chi vuole finire in bellezza la stagione”.

La cronaca della partita tratta dal sito della Junior

Buon inizio per i padroni di casa, che nella prima frazione di gioco si portano sul 4-0. La reazione di Casale non si fa attendere, e grazie alla buona mira di Jackson la Junior aggancia e poi sorpassa Forlì. La Credito di Romagna fatica ad arginare l’impeto offensivo del trio Dillard-Jackson-Casini, che con 6 punti a testa costruiscono un margine di vantaggio rassicurante. Forlì non si arrende, e in prossimità della prima sirena si porta sul 15-25. Il secondo quarto ripropone sostanzialmente lo stesso copione visto nella prima fetta di gara: ancora Casini da tre, supportato da Cutolo e Jackson che, in arresto e tiro, tocca la doppia cifra personale, questi gli assoli che garantiscono alla Novipiù un vantaggio in stabile doppia cifra. I punti di Cain dentro area e le preziose giocate di Ferguson permettono a Forlì di limitare i danni e di non andare oltre i 12 punti di differenza, gap con il quale le squadre vanno negli spogliatoi, sul 35-47. Inizio veemente di terzo quarto per Forlì, che spinge sull’acceleratore e con due canestri da tre di Sergio e Crow si porta sul 42-47. Ci pensa ancora Jackson a sbloccare Casale con un canestro da due, Forlì continua ad essere più efficace e con Crow cancella il divario di metà gara portandosi sul +1 (52-51). I canestri da tre di Cutolo e Dillard danno ossigeno all’attacco rossoblù e impediscono a Forlì la fuga, chiudendo il terzo quarto avanti 65-61. Casale non reagisce neanche a inizio ultimo quarto e Forlì scappa sul +11 grazie ai canestri di Cain e Ferguson, 72-61. La bomba di Saccaggi porta Forlì sul 75-61 e dà inizio alla fuga dei padroni di casa, Casale prova a recuperare ma le soluzioni da tre non entrano e al 38′ le lunghezze sono ancora 14, 79-65. Nel finale la Credito di Romagna amministra il vantaggio, la partita termina sul 84-74.

adv-992