Aquila Trento spicca il volo contro la Junior

La Novipiu’ Junior Casale esce sconfitta dal Palatrento, battuta 83-67 da Aquila Basket. Lo stop costa alla truppa di coach Griccioli la matematica esclusione dai playoff, ma l’obiettivo stagionale rossoblu (la salvezza, ndr) è stato già centrato. Gara sempre condotta dai padroni di casa, già sul +12 alla fine del primo quarto. Mattatore dell’incontro Bj Elder, vero e proprio spauracchio della difesa monferrina, autore di 20 punti. La Junior ha pagato la prestazione a corrente alternata del play Dillard e la serata no di Jackson, appena 2 punti totali e gravato di 4 falli già a metà partita. Sotto di 16 punti all’intervallo, Casale ha reagito nel terzo quarto, guidata da capitan Martinoni, miglior marcatore juniorino con 18 punti, e dai propositivi Amato e Giovara, autori rispettivamente di 11 e 14 punti. Dopo trenta minuti la Junior è riuscita a ricucire a -10 ma nel quarto quarto Aquila ha di nuovo spinto sull’acceleratore spezzando ogni possibile speranza di rimonta. “Trento ha dimostrato tutto il suo valore, il suo atletismo mettendo in campo grande determinazione” ha detto alla fine coach Giulio Griccioli “Abbiamo rischiato di farci prendere a pallonate nel primo tempo, non siamo riusciti ad arginare la loro onda di energia ed atletismo, andando in grande difficoltà. Nel secondo tempo si è vista una partita un po’ più di pallacanestro anche se loro hanno comunque ricominciato forte; noi siamo stati più bravi a credere in determinate situazioni, abbiamo trovato tiri più aperti sia da dentro che da fuori. Abbiamo deciso di tenere spesso due palleggiatori in campo perchè ne avevamo bisogno contro il loro atletismo; nonostante questo loro sono stati bravi a cambiare cercando di sporcare tutte le nostre situazioni di gioco e mettendoci in difficoltà a zona”.

adv-230

La cronaca della partita tratta dal sito della Junior

Bruttini e Dillard per tenere il passo della capolista (4-4). Alcuni possessi persi dai rossoblù permettono alla capolista di portarsi sul 12-6, Martinoni e Giovara provano a ricucire lo strappo e dopo 6′ di gara il parziale è di 17-10. Spanghero da tre punisce la difficoltà di gestire il possesso da parte della Junior, che tocca la doppia cifra di svantaggio, sul 22-12. Nel finale di primo quarto riemerge Elder, che con 5 punti portano l’Aquila a chiudere la prima fetta di gara sul 29-17. E’ proprio l’americano ad impedire a Casale la rimonta ad inizio secondo quarto, aprendo la strada all’allungo che vale il 39-22. Amato e Martinoni provano a ridare ossigeno alla Junior, Dillard fa una magia ma Spanghero e Baldi Rossi sono precisi dall’arco, e fanno volare l’Aquila sul 47-28. Nei minuti che precedono l’intervallo lungo la Novipiù prova a rosicchiare terreno, le squadre vanno negli spogliatoi sul 48-32. Di ritorno dagli spogliatoi, Martinoni argina Pascolo e Kevin Dillard dall’arco tocca la doppia cifra, portando la Junior sul 50-37. La strada dei rossoblù si fa ancora più in salita con il quarto fallo di Jackson e il terzo di Cutolo, Trento però non ne approfitta e Amato spara da tre siglando il 51-40. Baldi Rossi e Forray fanno riprendere quota ai bianconeri, che tornano sul +15 (55-40), Cutolo prova a reagire ma l’eccessivo impeto è punito con un tecnico che rallenta la ricucitura rossoblù. Preziosa la giocata da 2+1 di Fall, che riporta la Junior a -10 (56-46). Si illumina la stella di Giovara, che porta Casale a contatto sul -7 (56-49), Pascolo interrompe il blackout trentino e permette ai padroni di casa di rimanere a distanza di sicurezza. Giovara è in gran spolvero, ma nel finale un incontenibile Elder segna da ogni posizione garantendo ai bianconeri un solido +15 (72-57 al 35’). Negli ultimi 5′ di gara Casale si riavvicina (74-65 al 36’) ma Triche e Spanghero chiudono definitivamente i conti, finisce 83-67. 

Foto tratta dalla pagina FB della Junior