Junior: contro Trento una sconfitta a testa alta

Chi ben comincia. Davanti al pubblico del PalaFerraris la Junior Casale non ha di certo sfigurato nel confronto contro Dolomiti Energia Trento, neo promossa in serie A. Avanti di 13 al termine del primo quarto, i rossoblu hanno mantenuto 9 punti di vantaggio all’intervallo lungo, prima della reazione degli ospiti nella ripresa. Miglior marcatore juniorino capitan Martinoni, con 13 punti. “Si sono viste buone cose anche se chiaramente dobbiamo ancora migliorare sotto diversi aspetti” ha detto a fine gara coach Ramondino “Dobbiamo aggiungere disciplina sia in difesa che in attacco, dove risultano eccessive le 25 palle perse, ed evitare di andare in difficoltà ai primi cenni di pressione degli avversari. Stiamo comunque facendo passi avanti, dobbiamo riuscire a giocare duro per tutti i 40 minuti di gara.” 

La cronaca della partita tratta dal sito della Junior 

Sanders alza per la schiacciata di Owens: inizia così la gara tra Novipiù Casale e Dolomiti Energia Trento, con la Junior a presentarsi alla sua gente col canestro di capitan Martinoni, replicato da Butkevicius per il 4-2 rossoblù. Amato regala il primo allungo ai casalesi, realizzando i 5 punti consecutivi dell’11-8 di metà primo quarto. Gioca bene la Junior che allunga ancora, portandosi al +10, sull’appoggio di Martinoni ben assistito da Marshall. La fortunosa tripla di Edo Giovara sulla prima sirena chiude la frazione sul 23-10 per la Novipiù. Due canestri dalla lunga di Mitchell ridanno fiato ad una frastornata Trento, fissando il punteggio al 24-16 a 8′ dall’intervallo. Resta alta l’intensità difensiva dei ragazzi di coach Ramondino, permettendo alla Junior di continuare nell’allungo: 31-17 col sottomano di Butkevicius, quando mancano meno di 4′ dalla seconda sirena. I liberi realizzati da Sanders in chiusura di tempo rendono meno pesante il gap di Trento che và all’intervallo sotto 36-27. La Dolimiti Energia rientra sul parquet con rinnovata aggressività, ma la Junior è in palla e, complice infilata dalla media di Amato, torna al 43-33 dopo 3′ di gioco. Pascolo ma di classe mette il tap-in del -6 per Trento, poche azioni prima di realizzare il sottomano del 43-43 con cui gli ospiti si riportano in parità., a meno di 3′ dalla terza sirena. La tripla di Natali, entrando nell’ultimo minuto del quarto, tiene avanti la Novipiù, prima che Mitchell regali il nuovo vantaggio per Trento, sul 49-47 dell’ultimo intervallo. Dopo il pareggio di Fall è una tripla del solito Mitchell a sbaragliare il campo, con Owens a realizzare per il massimo vantaggio esterno, sul 55-49 con 7′ da giocare. Trovata fluidità in attacco, la Dolomiti Energia alza ulteriormente il ritmo, trovando buona chimica e un Mitchell ispirato, con la bomba del 63-51 a meno di 3′ dalla fine. Veemente, però, la reazione di Casale che produce un break di 7-0 con cui accorcia il gap a -5, prima che la conclusione di Blizzard a fil di sirena si spenga sul ferro, lasciando inalterato il finale: vince Trento 67-60.