La Junior comincia alla grande. Trieste travolta
adv-429

La Novipiù Junior Casale è partita col piede giusto. Nella prima giornata di campionato di A2 Gold i rossoblu hanno dominato il confronto casalingo contro Trieste, alla fine dominata di 20 punti, 79-59. Vantaggio che ha sfiorato la doppia cifra già al termine del primo quarto e che, nell’intervallo, era di 25 lunghezze. Subito in palla Marshall, autore di 22 punti, imitato da capitan Martinoni, con 19 realizzazioni.  “Eravamo preoccupati di questa partita, arrivando da qualche infortunio di troppo e conoscendo il potenziale offensivo che Trieste può esprimere” ha detto a fine gara coach Marco Ramondino “abbiamo avuto un inizio contratto, anche condizionato dall’esordio in casa, concedendo ben 5 canestri da nostre perse nel solo primo quarto. Poi siamo cresciuti mettendo a frutto i buoni sforzi fatti in difesa e trovando fluidità in attacco. La squadra è riuscita ad arriva oltre i 30 punti di vantaggio, cambiando modo di giocare durante l’evolversi della gara. La cosa che mi dà più soddisfazione è l’aver avuto risposte positive da tutti i ragazzi chiamati in causa, al di là dei dati statistici, facendosi trovare pronti e presenti. Sono molto contento della prestazione, avendo oltretutto la consapevolezza che questa squadra ha ancora ampi margini di miglioramento”

La cronaca della partita tratta dal sito della Junior

E’ un canestro sulla sirena di Jermaine Marshall ad inaugurare la stagione della Novipiù Casale. Ci vuole qualche minuto prima che la gara entri nel vivo, con l’allungo di Trieste guidato dal giovane Tonut, prima che capitan Martinoni suoni la riscossa coi canestri del pareggio (8-8 a metà frazione) e dell’allungo: 13-8 sulla sua tripla. Sul vantaggio trovato, la Junior cresce ulteriormente d’intensità e convinzione, portandosi sul +9, prima che un canestro di Prandin chiuda il quarto sul 25-18. Amato e Blizzard infilano la doppia tripla del massimo vantaggio della Novipiù, avanti di 11, dopo un solo minuto di seconda frazione. Trieste fatica a trovare ritmo in attacco, ben contrastata dalla vena difensiva dei ragazzi di coach Ramondino: l’assist di Blizzard per la schiacciata di Fall del 38-22 a 6’ dall’intervallo, costringe coach Dalmasson al time-out. Non si placa la vena rossoblù: Marshall e Martinoni (31 punti in coppia) trovano grande produzione offensiva contribuendo all’allungo juniorino del +21. I liberi di Nicola Natali fissano il punteggio sul 52-27 dell’intervallo. Un positivo Tonut riapre le danze al rientro dagli spogliatoi realizzando in contropiede, ma la Junior gioca con concentrazione costruendo buoni tiri per Butkevicius, ragalandosi il +26, trasformato in 62-32 dai due liberi realizzati da Tomassini a 5’ dalla terza sirena. Coach Dalmasson ha buone cose da Tonut e Holloway, trovando il canestro di Fossati che, sulla sirena, manda le squadre all’ultima frazione sul 68-41. La Novipiù è in controllo, a giocare palla su palla tenendo sempre alta l’attenzione difensiva che ha permesso di operare il break decisivo del primo tempo, guidando 77-52 a meno di 3’ dal termine, sul canestro più fallo di Butkevicius. Il largo vantaggio acquisito concede a coach Ramondino l’occasione di testare Eric Ruiu, ala classe ’96, prodotto del vivaio juniorino. Partita che si chiude sul 79-59 finale, coi rossoblù ad uscire tra gli applausi convinti del PalaFerraris.

adv-851

 

Foto tratta dalla pagina Fb della Junior