Caporetto Junior a Verona. Derthona strappa due punti a Latina

 

Tonfo in trasferta per la Novipiù Junior Casale, travolta 83-52 dalla capolista della A2 Gold Verona. La Tezenis, infatti, ha aggiunto un tassello alla sua marcia inarrestabile visto che finora è a punteggio pieno in campionato. Per la Junior, invece, si tratta del secondo ko consecutivo, arrivato nella prima gara senza il capitano Niccolò Martinoni, operato in settimana allo scafoide e fuori per circa due mesi. Verona ha dominato fin dal primo quarto, chiuso avanti di nove punti e la Junior non è più riuscita a impensierire Boscagin e compagni. Inutili, in casa rossoblu, i 19 punti di Marshall e il 15 di Blizzard. “Complimenti a Verona che ha vinto la partita, anche con le giuste proporzioni, dimostrando grande durezza mentale” ha dichiarato a fine gara il coach juniorino Marco Ramondino “Noi arrivavamo da una settimana molto travagliata, vista l’assenza di capitan Martinoni ma anche di Povilas Butkevicius, impossibilitato ad allenarsi per problemi fisici. In questo senso, ringrazio lo staff per esser riusciti a recuperarlo per la gara. Sapevamo che avremmo avuto difficoltà nel trovare un nuovo equilibrio, avendo la necessità di ridistribuire le responsabilità all’interno del roster. Abbiamo avuto un buon inizio di gara, andando purtroppo fuori ritmo a cavallo del primo intervallo, perdendo fluidità in attacco e generando situazioni di confusione, pagate a caro prezzo, vista anche la caratura dell’avversario odierno. Devo però dare atto ai miei di aver tenuto duro fino al termine della gara, chiudendo in modo dignitoso e limitando uno svantaggio che poteva essere eccessivamente pesante”.

La cronaca della partita tratta dal sito della Junior 

Primi punti di marca rossoblù con Blizzard a capitalizzare l’assist di Tomassini. Quintetto forzatamente diverso dal solito, vista l’assenza di capitan Martinoni, operato in settimana allo scafoide della mano destra, e gradi di capitano assunti temporaneamente da Aka Fall. Verona pareggia a 3’ dal termine del quarto col canestro dalla lunga di De Nicolao, allungando poi sul finire di frazione: è la tripla di Ndoja a fissare il punteggio sul 22-13 alla prima sirena. La Junior fatica a trovare fluidità in attacco, subendo la corsa di Verona che trova buoni tiri, portandosi sul +12 di inizio secondo periodo. Ma la Tezenis è in palla, difende forte costringendo i rossoblù a un lungo digiuno: primo canestro della seconda frazione segnato dopo quasi 5’ di gioco, col sottomano di Butkevicius a fermare la cavalcata della Scaligera, immortalando il 33-15. Si và all’intervallo lungo con Verona avanti 40-22 sulla Junior Casale, grazie al libero realizzato da Tomassini. La Tezenis gioca da capolista, imponendo il suo ritmo anche ad inizio di terzo periodo, salendo al massimo vantaggio (+21) con la tripla segnata da De Nicolao. Marshall prima, e Natali poi, riducono lo svantaggio rossoblù, riportando la Novipiù sul 48-32, con meno di 5’ sul cronometro della terza frazione. Ma i padroni di casa sono in un momento di grande fiducia e riescono a tenere il controllo del gioco, chiudendo il periodo sul 64-39. Gara che si conferma in salita ripida per la Junior, ed il 77-44 che si materializza con l’ennesima tripla veronese di Reati, ne sancisce la piena conferma. Vince la Tezenis 83-52.

Nel campionato di A2 Silver, invece, Orsi Derthona Basket è tornata al successo, il primo in trasferta. Sabato i leoni di coach Cavina hanno battuto Latina 80-69, in trasferta. Derthona ha comandato l’incontro sin dal primo quarto e ha trovato l’allungo decisivo nel secondo quarto, chiuso con dieci punti di vantaggio. Nella ripresa i padroni di casa hanno provato a ricucire lo svantaggio ma senza successo. Buono l’impatto di Jordan Losi, con 3 punti, 4 rimbalzi ma anche 6 palle perse. Grande prestazione di Ramon Galloway: l’americano ha sfiorato la doppia doppia con 25 punti e 9 rimbalzi, così come Rotondo (14 punti e 9 palloni strappati agli avversari sotto canestro, ndr). In doppia cifra anche Simoncelli e Tavernari.