Junior si rinforza sotto le plance: Jamar Samuels ha firmato

Coach Ramondino riabbraccia Jamar Samuels. E’ proprio il lungo americano il nuovo acquisto della Novipiù Junior Casale, arrivato in sostituzione dell’infortunato Povilas Butkevicius. Ala-centro di 25 anni, alto 2 metri, Samuels ha disputato questa prima parte di stagione in Spagna, con Manresa, ma è reduce da una stagione meravigliosa con Veroli, guidato dall’attuale tecnico della Junior. Già arrivato a Casale, venerdì Samuels sarà tesserato e quindi a completa disposizione per il derby di domenica al PalaFerraris contro Angelico Biella. 

Uscito dal college di Kansas State University nel 2012, Samuels ha giocato la sua prima stagione da rookie per il Penas Huesca, nella Spain Leb Gold (seconda lega Spagnola), realizzando oltre 14 punti di media a partita, uniti a quasi 8 rimbalzi catturati. Nella passata stagione l’approdo in Italia alla corte di coach Marco Ramondino, con cui ha conquistato il prezioso traguardo dei playoff promozione. Stagione in cui è sceso 35 volte sul parquet e chiusa realizzando 12.2 punti e catturando 5.5 rimbalzi in 30 minuti di utilizzo medio, playoff compresi. Buone le sue medie di tiro con il 57.6% da 2 punti e il 35.6% dall’arco. Tornato in Spagna nel campionato in corso, ha iniziato la stagione al Manresa, in ACB (massima serie spagnola) segnando 5,5 punti e raccogliendo 5,9 rimbalzi per match, in quasi 23 minuti di impiego.

Sono molto contento di essere arrivato qui a Casale, squadra che ho voluto con determinazione” ha dichiarato lo stesso Samuels “vista la mia grande stima per coach Marco Ramondino ed il profondo rapporto d’amicizia che mi lega a Blizzard. Ho avuto modo di conoscere la squadra attraverso alcuni video visionati e, pur senza porsi obiettivi specifici, spero di poter aiutare i miei compagni contribuendo a raggiungere il traguardo dei playoff. Ho scelto il numero 30 per portarmi sempre sulla schiena la data di nascita di mia figlia Amina Leigh, nata nell’agosto del 2013”.

Ritrovo con piacere un giocatore di cui conosco pregi e difetti per averlo allenato la stagione scorsa a Veroli” ha aggiunto coach Ramondino “Jamar pur non essendo un pivot puro è in grado di giocare in entrambi i ruoli sotto canestro sopperendo con agonismo alla mancanza di chili. In questo momento della stagione abbiamo preferito le sue doti di giocatore di carattere, di cuore, di mentalità vincente rispetto agli aspetti puramente tecnici, inserendo un giocatore che ha già esperienza nei campionati europei e in quello italiano. Jamar ha grande capacità di sacrificio che esprime mettendosi a servizio della squadra contribuendo in quegli aspetti del gioco che molto spesso non entrano nelle statistiche. Abbiamo inoltre pensato a lui per il suo impatto difensivo e a rimbalzo, aspetti sui quali ci aspettiamo tanto da Jamar“.