alberto_colombo_alessandria
adv-549

ALESSANDRIA – Pacato e determinato, nella sua prima uscita pubblica da allenatore dell’Alessandria Calcio mister Alberto Colombo ha raccontato di aver già vissuto in carriera situazioni simili a quella così delicata che sta vivendo l’Alessandria e tutto l’ambiente. Avvenne due anni fa al Sudtirol: alla fine la squadra si salvò con anticipo.

“Nessuno ha la bacchetta magica ha ammesso il tecnico “neanche a livelli più alti della serie C. In questi pochi giorni di lavoro prima del Gozzano il mio compito sarà lavorare sulle certezze che questa squadra ha, senza creare confusione nella testa dei giocatori”.

La fase difensiva sarà il primo step che il tecnico affronterà, in vista della sfida di Vercelli. Già mercoledì ha svolto il primo allenamento: “Come sempre succede in questi casi i ritmi sono stati subito altissimi. Ho visto una squadra che vuole riscattarsi da questo momento negativo. Dovrò lavorare molto sull’aspetto mentale”.

L’orgoglio è un altro concetto chiave che Colombo ha sottolineato e che dovrà esaltare nel gruppo: L’orgoglio di riuscire a salvarsi sul campo, con i proprio meriti e senza aspettare penalizzazioni o radiazioni inflitte ad altre società”.

Lo stesso orgoglio che ha fatto subito accettare al tecnico un contratto di appena quattro mesi, fino al termine della stagione: “Io e il mio staff dobbiamo prima dimostrare di valere ha detto il tecnico “a fine stagione ne riparleremo col presidente”.

“Un messaggio ai tifosi?” ha concluso Colombo “in questi casi possiamo solo lavorare a testa bassa per ricreare entusiasmo. La miglior medicina è vincere”.

“Siamo in un momento di difficoltà” le parole del Responsabile dell’Area Tecnica Alessandro Soldatima ci siamo guardati indietro e sappiamo quali sono le contromisure dal punto di vista tecnico da adottare”.

Lo staff di Alberto Colombo sarà composto da Gianluca Fasano, vice allenatore e dal preparatore atletico Simone Arceci, in passato negli staff tecnici di Viterbese, Vis Pesaro e Fano.