colombo_alberto_alessandria_calcio
adv-857

VERCELLI – Nel post partita di Gozzano-Alessandria il neo mister dei grigi Alberto Colombo ha sottolineato in particolare “gli aspetti positivi” della gara pareggiata coi novaresi: “I ragazzi sono stati bravi a restare in partita dopo l’1-0. Ho fatto loro i complimenti nello spogliatoio, c’è stata una buona reazione di una squadra comunque viva, che vuole cambiare l’inerzia della stagione. Ero sicuro che l’approccio sarebbe stato positivo e così è stato“.

Restano, però, alcuni aspetti sui quali lavorare: “Ad esempio le distanze tra i reparti”ha aggiunto il tecnico “la linea che avrebbe dovuto accorciare verso il centrocampo e non lo ha fatto, per quel motivo le seconde palle sono state tutte appannaggio dei loro centrocampisti. Nel primo tempo, dopo una partenza discreta, ci siamo allungati troppo. Nel secondo tempo, poi, ho fatto 2/3 aggiustamenti sul giro palla. Non può essere a semicerchio, così è un regalo all’avversario. Invece bisogna stimolare la pressione degli avversari con passaggi avanti e indietro, per creare spazi dietro al giocatore che va in pressione. Inoltre nel secondo tempo ho visto la difficoltà nel gestire il loro playmaker: per quello ho alzato Chiarello su di lui, dandogli anche facoltà di attaccare la profondità. E su questo aspetto la squadra ne ha tratto giovamento”.

Nelle parole del mister Colombo anche un riferimento all’operato del direttore di gara: “Non voglio parlare mai dell’arbitro per non dare alibi ai giocatori ma ci sono due circostanze non chiare. Sull’ammonizione a Prestia non ho visto bene cosa sia successo ma di solito si estrae il giallo anche per l’altro giocatore: e in questo caso Emiliano era già ammonito. E poi vorrei rivedere la situazione di Chiarello nel primo tempo”. Il trequartista ex Giana ha infatti invocato un possibile calcio di rigore dopo essere stato atterrato.

Su di me era rigore” ha confermato lo stesso Riccardo Chiarello in sala stampa “questo pareggio ci sta stretto, ci tenevamo ai tre punti. Si è visto qualcosa di buono. Nel primo tempo ricordo un grande possesso palla, come chiedeva il mister. Ci è mancato il piglio giusto per trovare il gol e c’è stata qualche occasione potenziale. Comunque direi che è stato un buon primo tempo, anche se non “sprint” come il secondo”.