casale_pro_dronero
adv-167

CASALE FBC – PRO DRONERO 2-2

Reti: pt 21’ Abdoulaye Sall (PD), 42’ Vecchierelli (C); st 42’ Mazzucco (C), 47’ Maglie (PD)

Casale Fbc (4-1-3-2): Fontana; Simone, Todisco, Bettoni, Fabbri (1’ st M’Hamsi); Cardini; Pavesi (33’ pt Angelo Buglio, [1’ st Sadouk]), Brugni, Vecchierelli; Coccolo (47’ st Malik Sall), Cappai (39’ st Mazzucco). A disp.: Consol, Battista, Osellame, Cintoi. All.: Francesco Buglio

CASALE MONFERRATO – Continua l’astinenza da vittoria del Casale Fbc (i tre punti mancano ormai da undici giornate, quasi tre mesi, sette punti raccolti in altrettanti pareggi), fermato sul pari casalingo anche dal fanalino di coda Pro Dronero. Nemmeno le reti dei gemelli del gol dell’Istituto Superiore “Leardi” (scuola dove nacque nel 1909 il sodalizio nerostellato, fondato dal professor Raffaele Jaffe), il maturando ragioniere Giacomo Vecchierelli ed il maturando Mirko geometra Mirko Mazzucco, migliori in campo, hanno permesso ai “Neri”, rimasti nel finale in dieci contro undici a seguito dell’espulsione per somma di ammonizioni di Todisco, di riassaporare il gusto del successo.

Squadra contestata a fine partita dagli ultrà nerostellati che, divisi dalla rete di recinzione, hanno dapprima espresso la loro delusione per la mancata vittoria in un serrato e prolungato faccia a faccia con i giocatori, per proseguire poi con l’allenatore Francesco Buglio. Nonostante l’ennesimo mezzo passo falso, l’obiettivo play off resta ancora a portata di mano. La sconfitta casalinga dell’Inveruno contro lo Stresa lascia il Casale a soli due punti dalla zona spareggi, utili a stilare una classifica di merito in caso di eventuali ripescaggi, quando mancano quattro giornate al termine della stagione regolare. Tuttavia rimangono molti dubbi sulla condizione mentale della squadra, incapace di avere la meglio su un avversario tecnicamente modesto, soprattutto quando il Casale era passato a condurre in inferiorità numerica. Fatale l’ultimo assalto in pieno recupero degli ospiti della Val Maira, mal gestito da Cardini e compagni.

La cronaca. Piove al “Natal Palli”. Pomeriggio plumbeo, umido e freddo (11 gradi) con poco meno di trecento spettatori sugli spalti. Campo allentato ma praticabile. Prima della partita viene osservato un minuto di raccoglimento in memoria delle 309 vittime del terremoto de L’Aquila di dieci anni fa. Il Casale affronta la quintultima giornata di campionato privo dello squalificato Villanova e degli infortunati Di Giovanni e Marinai. Mister Francesco Buglio tiene in panchina M’Hamsi e Cintoi e manda in campo un modulo 4-1-3-2 con la coppia offensiva Coccolo-Cappai. Risponde la Pro Dronero (peggior difesa del girone A) di mister Antonio Caridi con uno schema 3-5-2. Primo tempo effervescente e ricco di emozioni. Sponda di testa di Coccolo per Cappai (6’) e tiro a lato. Casale ancora in evidenza un minuto dopo. Batti e ribatti in area, poi mezza rovesciata di Vecchierelli con parata di Rosano. Al 21’ la Pro Dronero, al primo tentativo, passa in vantaggio. Capitan Cardini perde malamente palla sulla trequarti, se ne impossessa Isoardi che scatta in contropiede, assist per l’accorrente Sall che segna da due passi sull’uscita di Fontana: 0-1. Decimo gol stagionale per il giocatore senegalese dei “Draghi” della Provincia Granda. Immediata reazione nerostellata. Cappai conclude, respinge Rosano, palla a Pavesi (23’) che ci prova con una rovesciata ampiamente fuori misura. Dall’altra parte la Pro Dronero non sta a guardare e si rende pericolosa in due occasioni. Dutto (25’) sfiora la rete con un tocco morbido a fil di palo. Non solo. Corner e colpo di testa di Giraudo (32’), con ultimo tocco di Maglie fuori. Nel Casale, intanto Angelo Buglio (33’) subentra all’infortunato Pavesi e la manovra nerostellata migliora sensibilmente. Al 35’ il figlio del tecnico casalese scavalca la difesa cuneese per Cardini che, tutto solo a centroarea, conclude e colpisce clamorosamente il montante del palo alla destra di Rosano. Preludio al gol del pareggio che giunge al 42’. Sugli sviluppi di una punizione Cardini si fa perdonare dell’errore sul gol del vantaggio ospite pennellando un pallone per l’inserimento di Vecchierelli, abile nel controllare e nel superare Rosano in uscita: 1-1.

Nella ripresa cala il ritmo e le emozioni scarseggiano. Al 2’ Pro Dronero in luce con cross di Rivero e colpo di testa di Sall fuori. Casale in evidenza ancora con Cardini (17’), autore di una bella discesa conclusa con un tiro centrale bloccato da Rosano. Nel Casale spiccano i nuovi entrati. Sadouk (in campo per l’infortunato Angelo Buglio) crossa dalla destra per Cappai (28’) che, in giornata no, non tocca con azione che sfuma. Sadouk si ripete al 32’. Nuovo cross e colpo di testa di M’Hamsi (al posto di Fabbri) di poco a lato. Al 34’ il Casale resta in inferiorità numerica per l’espulsione (somma di ammonizioni in pochi minuti) di Todisco. Calcio di punizione successivo e colpo di testa di Galfrè a lato. Dopo che la Pro Dronero ha protestato per un episodio molto dubbio in area nerostellata, il finale di partita regala intense emozioni. Al 42’ il Casale capovolge il risultato e passa in vantaggio. Calcio d’angolo, palla spizzata e perentorio colpo di testa di Mazzucco (entrato poco prima per Cappai) che supera Rosano: 2-1. A questo punto il Casale, colpevolmente, arretra il baricentro arroccandosi tutto in difesa. Inutili i richiami a gran voce di mister Buglio per invitare la squadra a tenere la palla lontana dalla propria area. La Pro Dronero non desiste e, in pieno recupero, trova il gol del meritato pareggio. Insidioso tiro di Galfré dalla lunga distanza, parata d’istinto di Fontana, sulla respinta la palla giunge a Maglie che di testa trova la rete del definitivo 2-2.

Domenica prossima trasferta a Chieri per l’atteso derby regionale.