alessandria_pontedera
adv-563

PONTEDERA-ALESSANDRIA 1-2 

Marcatori: Caponi, De Luca, Coralli

PONTEDERA – L’impresa resta sempre difficile ma questi grigi meritano di giocarsi la possibilità di accedere ai playoff fino alla fine. Obbligata a vincere a Pontedera, l’Alessandria fa il suo dovere ottenendo un prezioso successo per 2-1, in una gara che dopo 45 minuti sembrava segnata. Dopo essere andati sotto di un gol nel primo tempo, i ragazzi di mister Colombo hanno ribaltato il match in sei minuti nella ripresa e, nel finale, meritato di beneficiare anche di un pizzico di buona sorte col rigore fallito dai toscani, assegnato per un fallo di mano in area di Bellazzini.

Il primo tempo vede un’Alessandria propositiva ma, come spesso è avvenuto quest’anno, imprecisa nell’ultimo passaggio. La prima occasione, però, è di marca toscana con un destro sul primo palo di Pinzauti sul quale Pop non ha problemi. Rispondono i grigi con un diagonale di sinistro di De Luca che finisce fuori di pochissimo. Al 25^ il Pontedera passa in vantaggio con un gran destro da fuori di Caponi: Pop lo tocca ma non basta e la palla si insacca. Non perfetto l’intervento del portiere dei grigi che, forse, ha visto la palla partire in ritardo. L’Alessandria prova a reagire, anche se l’opportunità più ghiotta per pareggiare gliela regala proprio il Pontedera: al 38^ la difesa di casa pasticcia e la palla arriva tra i piedi di Coralli. L’ex Carrarese, però, coglie una clamorosa traversa con la porta quasi sguarnita.

Nella ripresa succede di tutto: proprio quando i grigi sembrano più spenti, al 60^ Risaliti sbaglia in difesa e questa volta Coralli lo punisce servendo De Luca che, tutto solo davanti a Biggeri, lo fulmina di sinistro. Al 66^ arriva il sorpasso: lo firma Coralli. Il suo primo (e fondamentale) gol in maglia grigia è un piatto destro implacabile direttamente da corner. Per il Pontedera la situazione si complica ancora pochi minuti dopo: Vettori commette due brutti falli e arrivano altrettanti cartellini gialli, con la conseguente espulsione. Nonostante la superiorità numerica, però, l’Alessandria concede al Pontedera un’ultima opportunità: i toscani spingono con la forza della disperazione e, su una punizione di Caponi, Bellazzini colpisce la palla col braccio troppo alto in barriera. L’arbitro assegna il rigore che però l’esperto Mannini calcia troppo centrale: Pop respinge e Serena, sulla ribattuta, calcia fuori.

In pieno recupero Gatto sfiora il tris con un gran destro da fuori parato da Biggeri ma il risultato non cambierà più. Finisce con la festa dei giocatori davanti agli encomiabili tifosi grigi che anche questa volta non hanno voluto mancare.

Tutto è quindi rimandato a sabato prossimo: bisognerà battere l’Albissola e “tifare” Lucchese perché faccia altrettanto col Pontedera. Purtroppo questa Alessandria non è padrona del proprio destino ma ha comunque tanta voglia di crederci ancora.