ovadese_silvanese

PROVINCIA – Promossa in promozione. Festa grande in casa Ovadese Silvanese. Gli arancioni di mister Vennarucci hanno vinto matematicamente il girone G della Prima Categoria grazie all’1-0 esterno ottenuto questo pomeriggio contro la Fulvius e il contemporaneo pareggio della diretta inseguitrice Asca, fermata sull’1-1 in casa dal San Giuliano Nuovo al campo sportivo Cattaneo.

A Valenza gli arancioni si sono imposti grazie a un gol di Barbato all’inizio della partita, poi il punteggio non è più cambiato e nel finale è scattata la festa.

Intervista al presidente dell’Ovadese Silvanese Giampaolo Piana

adv-159

Intervista al mister dell’Ovadese Silvanese Maurizio Vennarucci

Intervista all’attaccante dell’Ovadese Silvanese Giovanni Di Pietro

Intervista al mister della Fulvius Gabriele Tosi

adv-515

Sfuma il sogno Promozione per l’Asca, fermata sull’1 a 1 al Cattaneo dal San Giuliano Nuovo. I gialli mantengono nelle mani le redini del gioco per larghi tratti nel primo tempo: dopo l’insidiosa conclusione da fuori al 12′ di Cirio, neutralizzata con un balzo da Cannone, come un fulmine a ciel sereno il San Giuliano trova la rete del vantaggio al 33′. Segna Calderisi su assist rasoterra del numero 7 Martinengo, perfetto nell’imbucare il tap-in vincente del proprio compagno anticipando il movimento della retroguardia gialloblu. Al 36′ Borromeo centra in pieno la traversa con un colpo di testa, smarcatosi sul secondo palo sugli sviluppi di un corner.

Nella ripresa, dopo soli 7 secondi dal fischio dell’arbitro, succede di tutto nell’area del San Giuliano. Prima, Monaco riceve palla, rientra sul destro e calcia, risposta prodigiosa di Cannone che devia in corner; sul tiro dalla bandierina, Borromeo colpisce ancora la traversa, con il San Giuliano che riparte in contropiede con Rignanese, sulla cui finalizzazione è attentissimo Berengan. Il tempo scorre veloce per i gialli, consapevoli che il pareggio può non bastare in caso di vittoria dell’Ovadese Silvanese sulla Fulvius; Monaco si carica sulle spalle la squadra, prima con un altro tiro da fuori area di non semplice lettura per il portiere, e poi con l’assist per la testa del poderoso Mirone, sul quale Cannone risponde di nuovo presente. L’Asca assedia la porta della squadra di Sterpi, senza però che gli ospiti smettano di orchestrare lucide trame offensive e pericolose ripartenze in contropiede. Poi, al 41′, Peluso chiude fallosamente sulla serpentina in dribbling di Monaco, è calcio di rigore per i gialli. Dal dischetto Ghé spiazza il portiere sull’incrocio opposto e subito dopo, al 42′, Monaco serve il colpo di testa a botta sicura del neo-entrato Monaco: Cannone si guadagna il titolo di migliore in campo, compiendo un autentico miracolo nel togliere il pallone dal sette. Con questo punto, l’Asca conquista matematicamente l’accesso ai playoff come seconda classificata, in attesa di conoscere i propri avversari: San Giuliano Nuovo o Castelnuovo Belbo.

Intervista al mister dell’Asca Marco Usai

Intervista al mister del San Giuliano Nuovo Pippo Sterpi

Pareggio che lascia l’amaro in bocca per il Felizzano, fermato sull’1-1 casalingo dal Libarna. Gli uomini di mister Nobili pagano a caro prezzo le tante occasioni non capitalizzate dopo il meritato vantaggio firmato al 18’ da Fassina, bravo a scartare e trafiggere Acerbo su preciso assist di Meda. Da quel momento sono numerosissime le palle gol create da Conti e compagni: al 33’ una conclusione del solito Fassina viene salvata sulla linea da Scabbiolo, mentre al 50’ è il palo a negare la gioia del gol a Meda. Il Libarna risponde con un colpo di testa di Di Leo che termina di poco alto sopra alla traversa, ma al 66’ deve ringraziare uno strepitoso Acerbo, che di istinto si oppone di piede alla conclusione ravvicinata del neoentrato Zanutto. Nel finale gli ospiti prendono coraggio e al 91’ trovano il gol del pari: sugli sviluppi di un contestatissimo calcio di punizione che scatena la rabbia di giocatori e tifosi felizzanesi, Ottonello colpisce la traversa di testa, ma sulla ribattuta è il più lesto di tutti a ribadire in rete.

Intervista al mister del Felizzano Fabio Nobili  

Intervista al mister del Libarna Fabio Marletta 

Nelle altre partite la Luese ha battuto 4-1 la Castelnovese Castelnuovo grazie ai gol di Giannicola, Cuculas autore di una doppietta e Morando.

Sconfitta ininfluente per la Canottieri Alessandria, già salva ma battuta 3-1 in trasferta dal Calliano. Il Monferrato viene rimontato e sconfitto 3-2 dal Castelnuovo Belbo dopo che nel primo tempo stava vincendo 2-0 con le reti di Bonsignore e Bellio.

Goleada della Pozzolese che travolge 8-2 il Tassarolo grazie alla tripletta di Lombardi. 4-0 casalingo, infine, dello Spartak San Damiano sul Savoia.