fabio_artico
adv-32

ALESSANDRIA – Nessuna sorpresa. Il girone dove è stata collocata l’Alessandria era quello che il direttore sportivo dei grigi Fabio Artico in fondo si aspettava. Credo che il Monza sia un gradino sopra a tutti, per movimenti di mercato e obiettivi dichiarati” ha sottolineato il dirigente dei grigi a Radio Gold “Poi vedo molte buone squadre e altre che ancora si devono muovere. Ci sono Novara, Juve Under 23, Arezzo, il Como poi sta facendo un mercato di medio alto livello: tutti questi club sono più avanti di noi, dovremo colmare questo gap“.

“Dove collocare l’Alessandria? Siamo ancora nel pieno del mercato ma posso dire in una fascia media. Siamo una squadra che vuole migliorarsi rispetto allo scorso anno e costruire un gruppo forte negli anni. Vogliamo formare un organico competitivo attraverso la valorizzazione dei giovani, che abbia delle caratteristiche per potersi esaltare e divertire la gente”. 

L’auspicio dell’uomo mercato dell’Orso è chiudere quanto prima altre operazioni in entrata: “Stiamo lavorando ancora sugli under, in particolare sugli esterni, nei ruoli dove siamo più carenti. Se sono di scuola Torino? Non credo, magari da club con le prime squadre in categoria inferiore. Poi stiamo monitorando il mercato degli over, sia in entrata che in uscita ma in questo caso le trattative sono abbastanza in stallo, per ora è difficile sia acquistare che cedere un giocatore over. Occorrerà avere pazienza. Una prima punta di esperienza? Sì, mi sto già muovendo in quel senso ma è ancora tutto prematuro. Altri over? Dipenderà anche dalle uscite”.

adv-190

Da punto di vista dei primi allenamenti, infine, Fabio Artico è soddisfatto: “Ora si inizierà coi carichi di lavoro importanti ma un fattore indicativo e positivo che ho subito notato è l’applicazione da parte di tutti”.