casale lavagnese
adv-358

CASALE FBC – LAVAGNESE 0-0

Casale Fbc (4-3-3): Rovei; Bianco, Cintoi, Villanova, Fabbri; Poesio, Angelo Buglio (38’ st Mullici), Vecchierelli (42’ st Brugni); Coccolo (46’ st Lamesta), Cappai, Miello (11’ st Pinto). A disp: Tarlev, Bytici, Provera, Mazzucco, Lanza. All.: Francesco Buglio

CASALE MONFERRATO – Primo punto in campionato ottenuto dal Casale Fbc al termine di uno scialbo 0-0 contro la Lavagnese, con partita terminata nuovamente in dieci contro undici (domenica scorsa a Sarzana era stato allontanato anzitempo Todisco) per l’espulsione ad inizio ripresa del terzino destro Bianco per somma di ammonizioni. Bilancio iniziale di campionato parzialmente deficitario che fa storcere il naso ai tifosi nerostellati: un punto in due partite, zero gol realizzati (tre, considerando anche il risultato a reti bianche in Coppa Italia contro il Borgosesia) e già due espulsioni. Subito dopo la partita i giocatori hanno avuto un breve faccia a faccia con la tifoseria, delusa per il risultato. Mister Francesco Buglio dovrà lavorare molto con i propri giocatori dal punto di vista comportamentale e disciplinare per evitare che il cartellino rosso diventi una costante negativa sull’economia del gioco. Contro i liguri i “Neri” hanno prodotto molto con squadra costantemente all’attacco specie nel primo tempo, ma senza mai rendersi pericolosi davanti alla porta avversaria. Nella ripresa, una volta rimasti in dieci, i padroni di casa hanno creato una sola chiara occasione da rete, clamorosamente fallita sottoporta da Coccolo. Un altro problema da risolvere è l’assenza di reti nelle prime tre gare ufficiali. Cappai non può essere l’unico terminale offensivo (nella linea avanzata a tre con Coccolo e Miello), necessita infatti dell’inserimento di un altro attaccante di ruolo che faccia reparto e soprattutto gol. Durante il lungo colloquio a fine partita, avvenuto in tribuna tra il presidente Giuseppino Coppo ed il primo consigliere Lino Gaffeo, è probabile che si sia parlato della necessità di intervenire sul mercato alla ricerca di un attaccante di caratura e d esperienza.

adv-442

La cronaca. Soleggiato al “Natal Palli” in un luminoso e gradevole pomeriggio di fine estate, con circa trecento spettatori sugli spalti e terreno in buone condizioni. Casale privo dello squalificato Todisco e degli infortunati Petrillo e Di Lernia, con in panchina il neoacquisto Lamesta (giovane attaccante classe 2000) ed in campo con il modulo 4-3-3. Padroni di casa e liguri in cerca di riscatto dopo avere steccato all’esordio nel campionato di serie D, rispettivamente contro Fezzanese e Ghivizzano. Primo tempo che vede il Casale macinare gioco con Poesio e Coccolo particolarmente attivi e mobili, anche se i nerostellati non impensieriscono mai Nassano, portiere di una Lavagnese molto guardinga e dal tasso tecnico decisamente modesto. Dunque nessun tiro in porta e idee poco brillanti.

Stesso copione anche nella ripresa, fino al 9’ quando l’equilibrio numerico viene spezzato per l’espulsione di Bianco che entra in area di rigore e cade a terra. L’arbitro ammonisce il terzino destro casalese per evidente simulazione di fallo ed estrae poi il cartellino rosso, poichè il numero due casalese risultava già ammonito nel primo tempo. Mister Buglio opera subito una sostituzione forzata, richiamando in panchina Miello ed inserendo Pinto per ricostituire la linea difensiva a quattro. Comincia la girandola delle sostituzioni con la Lavganese alla ricerca del colpaccio che non arriva, vista l’inconsistenza offensiva degli ospiti. Il portiere nerostellato Rovei deve intervenire di pugni in una sola circostanza per sbrogliare una incursione ospite. Seppur in dieci contro undici il Casale confeziona al 37’ un’occasionissima per sbloccare il risultato. Poesio sulla trequarti crossa in area piccola per Coccolo che da ottima posizione e da pochi metri dalla porta calcia clamorosamente alto sulla traversa. Finisce qui con il Casale ancora a secco di vittorie e con la Lavagnese soddisfatta per essere uscita imbattuta dal “Palli”.

Domenica prossima il trittico di inizio campionato contro squadre liguri si esaurisce con la trasferta sul terreno del neopromosso Vado, in un match tra squadre appaiate in fondo alla classifica a quota 1.

adv-899