Mair
adv-24

CASALE FBC – LUCCHESE 2-1

Reti: pt 18′ A. Buglio (C) su rig., 32′ Vignali (L); st 31′ Mair (C)

Casale Fbc (4-3-3): Rovei; Bianco, Pinto, Villanova, Fabbri (1′ st Mullici); Miello (37′ st Provera), Angelo Buglio (18′ st Vecchierelli), Di Lernia; Lamesta (45′ st Misbah), Mair, Coccolo. A disp: Tarlev, Graziano, Bytyci, Giarola, Lanza. All.: Francesco Buglio

CASALE MONFERRATO – Ritorno alla vittoria (seconda stagionale) per il Casale Football Club che supera 2-1 la Lucchese al “Natal Palli” dopo la sesta giornata del girone A del campionato di Serie D. Il successo permette alla squadra di mister Francesco Buglio di scalare la classifica attestandosi ora a quota 8 punti, a metà strada tra la testa e la coda della graduatoria.

Contro i rossoneri toscani, nel primo tempo i “Neri” sbloccano la partita con un calcio di rigore trasformato da capitan Angelo Buglio (secondo centro personale), vengono raggiunti con un eurogol di Vignali e, in pieno recupero, falliscono il raddoppio ancora con Buglio che colpisce la traversa calciando un nuovo tiro dagli undici metri. Nella ripresa i nerostellati, con un uomo in più (espulso Panata a fine primo tempo), superano la resistenza dei toscani (più brillanti una volta trovatisi in inferiorità numerica) con il gol-partita di Mair (primo centro stagionale) ad un quarto d’ora dal termine. Vittoria meritata e che vale doppio contro una Lucchese (in fondo alla graduatoria senza aver ancora vinto da inizio torneo) a cui va stretto il risultato (e la posizione in classifica) per la mole di gioco prodotta e per i pericoli creati davanti alla porta di Rovei.

La cronaca. Pomeriggio con cielo parzialmente coperto e temperatura di 18 gradi e oltre 400 spettatori sugli spalti. Presente in tribuna anche l’ex attaccante Cristiano Lucarelli (tra le maglie indossate Torino, Lecce, Parma e Livorno), per seguire il figlio Mattia, inizialmente in panchina. Gli ultrà nerostellati incitano la squadra ma espongono un solo striscione: “Solo la maglia”. Chiaro il malumore con squadra e allenatore per l’inizio di stagione poco convincente. In compenso viene rinnovato il gemellaggio con la tifoseria toscana (presente con oltre cinquanta spettatori al seguito) con un striscione in ricordo di un sostenitore della Lucchese prematuramente scomparso. Come su tutti i campi di gioco, prima della partita è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Giorgio Squinzi, patron del Sassuolo.

adv-982

Per la sfida contro le “Pantere” toscane che mancava al “Palli” da quasi trentanni, mister Buglio fa ancora i conti con la perdurante emergenza. Assenti gli squalificati Poesio e Cintoi che scontano la terza ed ultima giornata di stop e gli infortunati Cappai, Todisco (fermo un mese dopo lo stiramento al legamento collaterale rimediato a Borgosesia), Scatolini e Petrillo. In campo invece il difensore centrale Villanova. La Corte Sportiva d’Appello Federale, accogliendo il ricorso, ha ridotto di una giornata la squalifica al difensore nerostellato.

Dopo un tiro fuori bersaglio di Di Lernia (4′) alla prima vera azione del match il Casale passa in vantaggio. Azione di Coccolo (18′) per Mair che colpisce, Ligorio da distanza ravvicinata tocca con un braccio. L’arbitro assegna il rigore trasformato da Angelo Buglio: 1-0. Il capitano non esulta per rispetto verso la squadra in cui è cresciuto. Non tarda la reazione della Lucchese. Sugli sviluppi di un angolo Rovei blocca la conclusione di Palomi. Al 32′ la Lucchese raggiunge il pareggio. Discesa ed assist del neoentrato Presicci (in campo per l’infortunato Nolè), assist centrale per Vignali che, indisturbato (in ritardo i due centrali difensivi casalesi Pinto e Vignali) si sistema il pallone e supera Rovei con un imparabile tiro all’incrocio dei pali: 1-1. Al 44′ la Lucchese rimane in dieci per l’ingenua espulsione di Panati per somma di ammonizioni, con due cartellini gialli rimediati a distanza di un solo minuto. Il Casale prova a sfruttare il momento favorevole e andare al riposo in vantaggio, senza tuttavia riuscirci. In evidenza Miello (45′ rovesciata alta, 46′ tiro dalla lunga distanza bloccato da Fontanelli). Al 48′ secondo calcio di rigore per il Casale. Di Lernia, a tu per tu con Fontanelli, viene atterrato dal portiere toscano: dal dischetto Buglio calcia troppo alto con pallone che si infrange sulla traversa.

Nella ripresa l’inizio vede Lamesta mettersi in evidenza. Il giovane attaccante nerostellato chiama alla parata Fontanelli da quasi identica posizione al 6′ e anche un minuto dopo. La Lucchese non demorde e seppure con un uomo in meno, riesce ad esperimere un calcio gradevole. Su un capovolgimento di fronte ancora Vignali (8′) chiama Rovei ad un impegnativa parata dopo una insidiosa conclusione dalla lunga distanza. La partita rimane aperta a qualunque risultato e solo una giocata d’esperienza può essere decisa. Al 31′ Miello (miglior in campo con Di Lernia) confeziona un pregevole assist a centroarea per Mair, pronto a difendere il pallone in spazi e stretti e a concludere a rete con una mezza girata di sinistro che supera Fontanelli: 2-1. La Lucchese non trova più la forza di reagire. Da segnalare al 40′ l’espulsione per proteste del viceallenatore ospite Carruezzo. Al triplice fischio di chiusura il Casale festeggia (ricevendo solo gli applausi della tribuna, gli ultrà abbandonano rapidamente il proprio settore), mentre i giocatori della Lucchese hanno un serrato confronto ravvicinato con i propri sostenitori dopo il risultato negativo e l’appuntamento ancora rimandato con la prima vittoria. Domenica prossima il Casale affronta una lunga e difficile trasferta in Toscana (partenza sabato pomeriggio) sul terreno della capolista Ghivizzano.

Foto Ufficio Stampa Casale Football Club