casale_real
adv-3

CASALE FBC–REAL FORTE QUERCETA 1-1

Reti: pt 44’ Di Paola (RFQ); st 10’ Di Lernia (C) su rig.

Casale Fbc (3-5-2): Rovei; Pinto, Cintoi, Villanova; Bianco, Poesio, Di Lernia, Vecchierelli (1’ st Lamesta), Mullici (1’ st Miello); Coccolo, Mair (20’ st Cappai). A disp: Tarlev, Bytyci, Brugni, Provera, Petrillo, Angelo Buglio. All.: Francesco Buglio

CASALE MONFERRATO – Giusto pareggio con un pizzico di rammarico per il Casale FBC che al “Natal Palli” viene bloccato sul pari (1-1) da un solido Real Forte Querceta. Un tempo per uno (vantaggio alla fine dei primi 45’ per i toscani, a segno con uno spettacolare colpo di testa in tuffo di Di Paola, pareggio dei “Neri” ad inizio ripresa con Di Lernia su calcio di rigore) e Casale vicino al colpaccio con il neoentrato Cappai che, a dieci minuti dalla fine, colpisce il palo con un acrobatico colpo di testa con pallone arpionato a mezz’altezza. Al di là del rammarico per la mancata terza vittoria consecutiva in rimonta, va sottolineato che dopo un primo tempo disputato sottotono, il Casale ha giocato la ripresa con la giusta determinazione contro un avversario di valore e reduce da due sconfitte consecutive e chiaramente intenzionato a chiudere la gara con un risultato positivo. Dopo otto giornate, il punto ottenuto soddisfa entrambe le squadre, salite a quota 12, nella parte medioalta della classifica.

La cronaca. Pomeriggio plumbeo e uggioso, assenza di precipitazioni ma terreno di gioco allentato e pesante per la pioggia caduta. Oltre trecento spettatori sugli spalti. Mister Francesco Buglio (amarcord per il tecnico viareggino contro la squadra di Forte dei Marmi, allenata prima del ritorno in Monferrato) schiera la formazione vittoriosa contro il GhiviBorgo con il modulo 3-5-2. Schema speculare per il Real Forte Querceta guidato da mister Amoroso, in tribuna per squalifica. Tra i padroni di  casa assenti gli infortunati Todisco, Fabbri e Scatolini. Recuperato ed in panchina, dopo lungo infortunio, Petrillo, mentre la squadra della Versilia rinuncia allo squalificato Guidi. Prima emozione al 5’ in un primo tempo di marca toscana. Cross di Lazzarini, tocco di Doveri per Falchini il cui rasoterra termina di un soffio a lato. La partita è un monologo ospite (lungo possesso palla e supremazia territoriale) con il Casale incapace di imbastire la manovra e in sofferenza per il modulo difensivo a tre. Capitan Cintoi (migliore in campo) deve fare gli straordinari e, a più riprese, sbroglia la matassa, con il RF Querceta abile nel percorrere la fascia di sinistra, zona da cui nascono i grattacapi per la retroguardia nerostellata. Al 23’ ospiti in evidenza con Doveri che prova dalla lunga distanza una conclusione a lato. Ancora RF Querceta al 41’. Cross dell’ex Angelotti. Lazzarini, poco convinto, alza sopra la traversa. E’ il preludio al gol toscano. Cross teso (44’) dalla destra di Maccabruni sul secondo palo per Di Paola, bravissimo ad insaccare di testa con uno spettacolare tuffo: 0-1. Il Casale, decisamente incolore, non ha mai impegnato il portiere ospite De Carlo.

Nella ripresa, mister Buglio passa alla difesa a quattro, indietreggiando Bianco ed opera subito due sostituzioni: fuori Vecchierelli e Mullici per i subentranti Lamesta e Miello. I nerostellati cambiano atteggiamento, sfoderando ora grinta e determinazione Al 10’ il Casale pareggia. Il neontrato Miello crossa in area per Coccolo (convincente e di spessore la sua prova) contrastato fallosamente da De Carlo. L’arbitro assegna il calcio di rigore, realizzato con freddezza da Di Lernia: 1-1. La gara è combattuta e disputata su ritmi elevati su entrambi i fronti, nonostante il campo pesante. Il Casale prova a vincere la partita, ma si trova di fronte un RF Querceta sempre propositivo. Al 35’ occasionissima nerostellata. Miello crossa dalla sinistra per Cappai (subentrato a Mair). L’attaccante colpisce in acrobazia di testa il pallone che incoccia la parte bassa del secondo palo a portiere battuto. La sorte nega così ai Neri di capovolgere il risultato. E’ l’ultima emozione di una bella partita che termina a centrocampo con gli abbracci di mister Buglio ai suoi ex giocatori e con gli applausi dei tifosi a quelli nerostellati per un convincente secondo tempo.

Domenica prossima, seconda partita consecutiva al “Palli”. Con il ritorno dell’ora solare, i nerostellati riceveranno la Sanremese.