scazzola
adv-58

ALESSANDRIA – Dopo il ko con il Monza, coinciso anche con l’abbraccio forte dei propri tifosi accorsi in massa al Brianteo, l’Alessandria torna a casa. Lo fa per la sfida del Moccagatta contro la Robur Siena. “Una gara importante e che apre un ciclo che ci porterà ad affrontare la prima di tre sfide in appena sette giorni“, ha detto mister Cristiano Scazzola in conferenza stampa e come riportato dal video pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale dell’Alessandria Calcio. “Avremo davanti una squadra in forma e ben costruita. Sappiamo che ci attende una gara complicata ma noi dobbiamo ripetere la prestazione di Monza con la voglia però di portare a casa un altro risultato“, ha aggiunto il tecnico.

Nonostante la sconfitta interna contro il Pontedera, la Robur Siena è una formazione da prendere con le molle. “In campionato è l’unica che ha battuto il Monza e questo vuol dire qualcosa. Ha una rosa importante con ricambi praticamente per tutti i ruoli“, ha spiegato. Pronto anche a metter in guardia i suoi sulla pericolosità di una squadra che “in trasferta ha giocato sette partite vincendone sei. Questa è una cosa che ci deve far alzare l’attenzione“.

Buone nuove sul fronte di Casarini a disposizione e arruolabile. Lui è già da 10 giorni che si sta allenando con il gruppo anche se la condizione non è delle migliori. Sono certo però che uno spezzone di partita potrebbe farla“. Continuano invece le terapie di recupero di Gazzi e Prestia che saranno anche le uniche due assenze per questo match. Ma a preoccupare, almeno i tifosi, è quella difficoltà dell’Alessandria nel concretizzare le tantissime occasioni create nel corso dei 90 minuti. “Premetto che se andiamo a vedere i numeri dell’attacco è uno dei migliori del campionato. Lavorare sulla concretezza non è facile ma credo che sarebbe molto peggio se di occasioni non ne creassimo. Dobbiamo ripartire da quanto fatto con il Monza e riuscire a essere più cattivi sotto porta“, ha precisato Scazzola. Non è una novità che l’Alessandria a oggi stia raccogliendo meno di quello che crea.

adv-209