adv-94

AGGIORNAMENTI LIVE DI ALESSANDRIA ALBISSOLA

ALESSANDRIA – “Insperati ma meritati, ci sentiremmo come Cenerentola al ballo“. Questo il pensiero del mister dell’Alessandria Alberto Colombo sull’eventuale approdo ai playoff, il traguardo per il quale i grigi sono ancora in corsa. Sabato alle 16.30 c’è l’ultima possibilità da cogliere: battere l’Albissola al Moccagatta, “sfatando l’ultimo tabù” di due vittorie consecutive, e sperare che anche la Lucchese faccia lo stesso col Pontedera, la squadra che sopravanza i ragazzi di Colombo in classifica.

“Per quanto riguarda la mia gestione sarebbe una conferma” ha aggiunto il tecnico dei mandrogni “avremmo fatto 19 punti in 12 partite, guardando la classifica delle ultime 12 giornate già saremmo tra le prime dieci. Con la società non ho parlato, la testa è solo per il campo. Premio playoff? Nel mio contratto c’è, è un ulteriore stimolo ma prima ci sarebbe la soddisfazione professionale. Centreremmo un obiettivo comunque prestigioso pur trattandosi di una decima posizione. E poi giocheremmo con serenità, con meno pressioni rispetto alle squadre di alta classifica. Ma ora è prematuro parlarne, abbiamo prima da affrontare una partita difficile”.

adv-375

In casa grigia mancheranno gli infortunati Prestia e Chiarello, oltre allo squalificato Agostinone, espulso dalla panchina sabato scorso a Pontedera.

Non al meglio Akammadu: l’ex Cesena partirà dalla panchina e stringerà i denti, pronto in caso di bisogno.

Questi quindi i possibili undici titolari: Pop tra i pali, Sbampato-Gazzi-Panizzi in difesa, Gemignani, Gatto, Maltese, Badan in mezzo, Bellazzini con De Luca e Coralli in attacco. 

adv-518

L’obiettivo di mister Colombo, comunque, è mantenere alta la tensione del gruppo, evitando che la squadra ligure, già salva e con 14 punti in meno dei grigi, possa essere sottovalutata.

L’Albissola non verrà in vacanza, la mentalità in Italia sta cambiando” ha detto Colombo “Non farà una scampagnata e non ci stenderà nessun tappeto rosso. Vorranno fare la loro gara, noi dovremo giocare senza retropensieri. Quando, come contro la Pro Patria, eravamo chiamati a vincere, la prestazione non è stata centrata, ora aspetto delle conferme. Troviamo una formazione con buoni giocatori davanti e con un’idea di gioco, sono abili a ribaltare l’azione”.

In tutto il campionato l’Albissola ha vinto solo una volta in trasferta, mai nel girone di ritorno. Sempre nel ritorno, su otto partite esterne (escludendo quella vinta a tavolino col Pro), i liguri hanno ottenuto quattro pareggi e quattro sconfitte.